Auto elettriche: Mercedes potrebbe collaborare con Tesla (di nuovo)

In una intervista a un giornale polacco il CEO di Daimler non esclude che Mercedes possa tornare a collaborare con Tesla per produrre auto elettriche.


auto elettriche mercedes


In un futuro non troppo lontano Mercedes e Tesla potrebbero tornare a collaborare per costruire insieme auto elettriche o parti di esse. E' quanto emerge dalle dichiarazioni rilasciate da Dieter Zetsche, Presidente e CEO di Daimler, al giornale polacco Rzeczpospolita.

Alla domanda "Come mai avete venduto le vostre azioni dell'americana Tesla?" Zetsche ha risposto: "Iniziamo dal fatto che abbiamo deciso di comprare le azioni Tesla in un momento critico per quell'azienda. Volevamo mostrare al mercato che crediamo nella trazione elettrica. Comunque, quando le azioni Tesla sono cresciute rapidamente, siamo giunti alle conclusioni che siccome non siamo specialisti nel giocare in borsa, ma solo nel costruire automobili, era meglio vendere. Abbiamo fatto un profitto da quella vendita e non ce ne siamo mai pentiti per un solo momento".

La storia delle azioni Tesla comprate da Daimler, effettivamente, è quella di un grosso ricavo da parte dei tedeschi: Daimler comprò il 9% di Tesla nel 2009 per 50 milioni di dollari, per poi rivenderne quasi subito una parte a un fondo sovrano degli Emirati Arabi Uniti.

Successivamente, nel 2010, Tesla fu quotata in borsa a Wall Street e l'ingresso di nuovi investitori e nuovi capitali diluì la partecipazione azionaria detenuta da Daimler fino al 4%. Quel 4% fu venduto nel 2014 da Daimler con un ricavo di 780 milioni di dollari. Decisamente un ottimo affare, in appena 5 anni.

Tra l'acquisto e la vendita, però, ci fu anche una collaborazione industriale importante: fu Tesla a produrre le batterie per la prima serie della Smart fortwo elettrica e successivamente anche per la Classe B Electric Drive, poi ritirata dal mercato nel 2017.

"Ma questo non preclude una eventuale collaborazione in futuro" ha dichiarato Zetsche a Rzeczpospolita: "Non vedo alcun motivo per comprare nuovamente azioni Tesla che - non c'è nulla da nascondere - fa un eccellente lavoro. Preferisco che rimaniamo competitor. Ciò farebbe bene al mercato dell'auto, che è già chiaramente pronto per l'elettrificazione".

Con quel "Tesla fa un eccellente lavoro" Zetsche allude assai probabilmente agli ultimi dati di vendita del costruttore americani di macchine elettriche che, nell'ultimo trimestre, ha persino venduto di più di Mercedes sul mercato americano.

Tesla, inoltre, sempre da giugno a settembre è finalmente tornata in utile (+312 milioni di dollari, dopo oltre due anni di bilanci in rosso) grazie al decollo delle vendite di Model 3.

Entro il 2020, infine, Tesla dovrebbe portare sul mercato la sua ultima creatura: la Model Y, un SUV crossover di nuova generazione completamente elettrico che molto probabilmente piacerà parecchio sia agli americani che agli europei e andrà a rivaleggiare, tra le altre, anche con la futura Mercedes EQC.

  • shares
  • +1
  • Mail