Incendio al porto di Savona: in fumo anche centinaia di Maserati e Fiat

Nell'incendio che si è sviluppato al porto di Savona nella notte tra il 29 e il 30 ottobre sono andate in fumo molte auto destinate al mercato asiatico. Tra queste anche centinaia di Maserati e di Fiat. Tra le cause il maltempo.

Un incendio si è sviluppato intorno alle 3.30 della notte tra il 29 e il 30 ottobre nel porto di Savona, interessando due aree di stoccaggio di veicoli destinati al mercato asiatico. Molti dei veicoli nuovi andati in fumo sono Maserati e Fiat, che attendevano di essere imbarcate sulle speciali navi destinate al trasporto degli autoveicoli. Un'altra parte consistente delle vetture andate a fuoco sono usate.

Le cause dell'incendio sembrerebbero direttamente collegate al maltempo che sta interessando tutta l'Italia. Nella giornata di lunedì 29 ottobre, il porto di Savona è stato investito da una violenta mareggiata che ha danneggiato diverse strutture portuali. Il porto è stato chiuso e una banchina della zona 32 è stata gravemente lesionata.

Ma come si è innescato l'incendio? Secondo le prime ipotesi l'acqua avrebbe danneggiato le batterie delle vetture innescando delle reazioni chimiche tra il contenuto degli accumulatori e l'acqua marina. Reazioni chimiche che avrebbero sviluppato temperature così alte da innescare le fiamme, rese incontrollabili dal gran numero di vetture parcheggiate una di fianco all'altra.

Tra le cause il maltempo, ma spunta un'ipotesi inquietante


La testata online "La nuova Savona" riporta un'altra ipotesi, suggerita da un ingegnere che si occupa di sicurezza sul lavoro e che nei giorni scorsi aveva visto e fotografato un grosso cumulo di materiale proprio di fianco ad un gran numero di automobili Fiat nuove. Secondo l'anonimo segnalatore, il materiale ammucchiato vicino alle auto - e non protetto da teli o coperture - potrebbe essere Cloruro di calcio, in una quantità tale che, se entrata a contatto con l'acqua salata, avrebbe potuto raggiungere temperature da ebolizione, facendo così incendiare le batterie delle auto parcheggiate vicine. E da li innescare il devastante incendio.

I vigili del fuoco sono intervenuti con 4 squadre, due i mezzi provenienti da fuori provincia e uno da Cuneo. L'incendio è stato domato e sono iniziate le indagini per stabilire con certezza le cause del rogo. Al momento, il porto di Savona rimane chiuso.

Le foto sono tratte dal gruppo di Facebook Savona Good News

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 141 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail