Alfa Romeo 8C 2900B: protagonista all’asta di Retromobile

La Berlinetta a 8 cilindri già regina a Pebble Beach e a Villa d’Este, avrà un ruolo di primo piano anche all’evento Retromobile.

6d893bca-8091-4d75-9268-35688f1cba39.jpeg

L’edizione 2019 dell’asta Retromobile, organizzata da Artcurial Motorcars, prenderà il via Venerdì 8 Febbraio in Francia presso il Paris expo porte de Versailles. Tra i modelli più attesi e apprezzati, vi sarà anche una splendida Alfa Romeo 8C 2900 B lunga: una Berlinetta a 8 cilindri costruita dalla casa di Arese nel 1939 e valutata tra i 16 e i 22 milioni di Euro.

Questa sublime vettura è uno dei più riusciti e riconosciuti capolavori dell’industria automobilistica nel periodo precedente la seconda guerra mondiale, simbolo inequivocabile, al pari della Bugatti Atlantic prodotta nello stesso periodo, di eleganza, ricchezza e raffinatezza: l’automobile aristocratica per eccellenza.

Alfa Romeo rappresentava per l’Italia, prima dello scoppio della guerra, l’unico produttore di automobili in grado di competere con i grandi costruttori tedeschi. Dopo le innumerevoli vittorie riportate sui circuiti, il marchio del Biscione decise di realizzare veicoli omologati su strada sulla base delle auto da corsa: così nacque la 8C Berlinetta, della quale vennero prodotti solo 5 esemplari.

Il modello che sarà battuta all’asta l’8 Febbraio è stato assemblato nel 1939 in Italia e poi trasferito l’anno dopo in Inghilterra, dove dopo esser passato di mano tra quattro diversi collezionisti, nel 1976 arrivò nel garage del padre dell’attuale proprietario, presente anch’egli al momento dell’acquisto. Dal 2014 la Artcurial Motocars promuove la manifattura italiana sotto un unico marchio di vendita, chiamato Solo Alfa, e che ha permesso di attirare l’attenzione di collezionisti da tutto il mondo e di fissare nuovi prezzi record per queste aste: segno che la qualità e la bellezza dei nostri prodotti sono tra le più apprezzate e desiderate al mondo.

A cura di: Tommaso Marcoli

  • shares
  • +1
  • Mail