Nuova Ford Mustang facelift: primo contatto con la sportiva a stelle e strisce

Quando si parla di auto capaci di far sognare, la Ford Mustang non può non essere annoverata nell'elenco. La sesta generazione della "hero car" è stata sottoposta ad un facelift, ecco tutte le novità.

Per la Ford Mustang è arrivato il momento del facelift. Non un nuovo modello, piuttosto un aggiornamento della sesta generazione della sportiva americana, arrivata sul mercato europeo nel 2015 e che ha fatto registrare oltre 38.000 esemplari venduti. Aggiornamenti che non si limitano solo all'estetica,: la potenza del motore 5.o guadagna 30 cavalli arrivando a 450, mentre quella del 2.3 EcoBoost è stata ridotta da 317 a 290 cavalli, ma beneficiando di un sostanziale aumento della coppia a tutto vantaggio della gestibilità e del piacere di guida.

Senza dimenticare il rispetto delle normative antinquinamento, sempre più stringenti. Le modifiche introdotte - infatti - rendono la Ford Mustang compatibile con i parametri della normativa Euro 6.2, garantendo alla sportiva americana la possibilità di circolare senza problemi anche nei prossimi anni. Come sempre, tra i punti di forza della Mustang c'è l'ottimo rapporto prezzo/prestazioni: il 2.300 cc EcoBoost con cambio manuale parte infatti da 41.000 euro, mentre il 5.0 V8 parte da 47.000 euro.

Nuova Ford Mustang: come è fatta


Da 50 anni - e con più di 10 milioni di esemplari prodotti - la Ford Mustang è un'auto che fa emozionare e fa sognare come poche altre. Forse per quell'aria da sportiva anticonformista, così lontana dalle linee filanti e sinuose delle supersportive europee ma forse proprio per questo oggetto di culto da parte degli appassionati. Una di quelle vettura che non passa inosservata e che fa girare la testa, vuoi per ammirazione, vuoi per curiosità. Non è un caso se nel 2017 è stata la coupè sportiva più venduta al mondo, con 125.809 esemplari immatricolati.

Il facelift che caratterizza il Model Year 2018 non intacca queste peculiarità. Anzi, i piccoli ma sapienti tocchi hanno reso la Ford Mustang più moderna e più rifinita. I guppi ottici anteriori a LED sono ora più filanti ed integrati con la griglia, su cui scalpita l'indomito cavallo dal quale l'auto prende il nome. Il paraurti anteriore sfoggia delle nuove prese d'aria, mentre sul cofano - in alluminio per contenere il peso - sono spuntate le griglie di sfogo per l'aria calda, finalmente omologate anche per il mercato europeo dal momento che le stringenti normative sulla sicurezza dei pedoni finora ne avevano impedito l'installazione.

Il facelift estetico comprende leggerissime modifiche al posteriore - in particolare ai gruppi ottici - e la conferma del doppio scarico (ulteriormente raddoppiato nel caso del 5.0 V8). I colori disponibili sono saliti ad 11, grazie all'introduzione delle nuove tonalità rosso Las Vegas Red, arancione Dallas Orange e Miami Blue. Come sempre è possibile scegliere tra la carrozzeria fastback e la convertibile.

Lo stile dell'abitacolo è rimasto inalterato, con materiali adeguati al livello della Ford Mustang e rivestimenti in pelle all’Alcantara, con parecchi inserti in alluminio. La dotazione comprende una lunga serie di accessori già dalla versione d'ingresso, completa del sistema di infotainment con software SYNC 3 e compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto. Nel complesso comunque, nonostante lo stile "esagerato", la Mustang non pecca per esagerazioni e pacchianerie.

Sul volante c'è una miriade di pulsanti - troppi - tra cui quello a forma di cavallo selvaggio che attiva le speciali "track app" del sistema TFT. Il quadro strumenti è costiruito dal grande dispaly da 12", la cui grafica si adatta alla modalità di guida selezionata attraverso il "Drive Modes" (Normal, Sport, Ride e My Mode), che tra le opzioni include anche modalità "drag" con Launch Control. I sedili sono ampi e con una seduta molto confortevole, ma per chi pretende di più ci sono gli optional gli sportivissimi sedili realizzati da Recaro. Dietro, lo spazio per i passeggeri non è il top.

E' ora di aprire il cofano e scoprire cosa c'è sotto. Non è un mistero che una delle doti più apprezzate della Ford Mustang sia l'ampia cavalleria disponibile, che si tratti del quattro cilindi 2.3 EcoBoost o del possente V8 da 5 litri. Quest'ultimo è uno dei simboli della sportiva americana ed è stato aggiornato con una potenza portata a 450 cavalli e uno 0-100 km/h in appena 4,3 secondi. Modificato anche il sound del V8, aumentato sensibilmente per la gioia dei patiti del V8.

Ford Mustang

L'alternativa al motore da 5 litri è il 2.3 sovralimentato, che con il facelift perde quasi 30 cavalli passando dai precedenti 317 agli attuali 290. Una scelta con una ragione ben specifica: aumentare la coppia e la guidabilità, a tutto vantaggio del piacere di guida e del rispetto della normativa Euro 6.2. Una scelta necessaria anche per garantire alla Mustang ancora molti anni a macinare asfalto, senza dover temere le restrizioni imposte dalle normative antinquinamento.

Oltre che dalla diversa caratura di potenza e dai 6.000 euro di differenza di listino che corrono tra le due motorizzazioni, a fare da ago della bilancia nella scelta - almeno per i clienti italiani - c'è la tassa di proprietà. Mentre per il 2.3 EcoBoost "bastano" 800 euro, per il V8 5.0 servono la bellezza di oltre 4.000 euro annui.

Nuova Ford Mustang facelift: come va


Mettersi al volante di un'auto come la Ford Mustang è un'esperienza esaltante, che proietta immediatamente il guidatore in una scena da film hollywoodiano. Il quadro strumenti digitale personalizzabile è di grande effetto. Avviando il motore, ci rapisce immediatamente il sound, migliorato rispetto alla predente versione grazie all'adozione dell'Active Valve Performance Exhaust, che regola l'intensità del suono dello scarico. C'è anche la funzione "Good Neighbur", che riduce la rumoristà come farebbe un buon vicino.

L'esperienza di guida è ulteriormente esaltata dallo sterzo, leggero ma allo stesso tempo sorprendentemente preciso ed efficace sia nel misto veloce sia nelle curve più strette, nelle quali l'ampio raggio di sterzata è di fondamentale aiuto, viste le dimensioni non proprio compatte della Mustang. Per quanto riguarda la trasmissione, è possibile scegliere tra il cambio manuale a sei marce - che esalterà certamente i puristi della guida - e l'automatico a 10 rapporti, che abbiamo provato e che ci ha convinti dei notevoli progressi fatti.

In effetti, il cambio automatico è ora molto più gestibile e permette di tenere marce alte anche a velocità ridotte - ad esempio, usando la settima a 50/60 Km/h - con innegabili benefici in termini di consumi di carburante - 9,0 l/100 km per la 2.3, 12,1 l/100 km per la 5.0 V8 - oltre che di comfort. Il telaio ha una notevole rigidità, caratteristica fondamentale per poter garantire il giusto comportamento sportivo su un'auto con una rilevante potenza disponbile.

La sensazione trasmessa dalla Ford Mustang è di un'auto agile a dispetto delle dimensioni e della massa della vettura, e la stabilità offerta è notevole, merito anche delle nuove sospensioni adattive MagneRide. Esagerando con l'acceleratore del V8 è percepibile una certa tendenza del retrotreno a "scodare", ma tutto viene tenuto sotto controllo dall'elettronica, capace di gestire al meglio coppia e potenza.

Ovviamente sono disponibili i nuovi sistemi ADAS. Tra questi, il controllo automatico di corsia con correzione del volante (Line Keeping Aid), il cruise control adattivo, la frenata di emergenza con riconoscimento pedoni e la gestione automaitica dei fari abbaglianti. Di fatto, questa "hero car" è un'auto adatta ad essere guidata tutti i giorni senza particolari patemi d'animo. Anche in città, dove le dimensioni non aiutano e dove si sente la mancanza dei sensori di parcheggio anteriori.

Nuova Ford Mustang facelift: listino prezzi


Al di là delle caratteristiche tecniche e delle emozioni che provoca, uno dei grandi pregi della Ford Mustang è quello di essere un sogno realizzabile. Rispetto alla precedente versione il listino ha subito dei leggeri aumenti (tra i 1.000 e i 2.000 euro a seconda della versione), ma rimane un'auto sportiva alla portata di molti, senza spendere un capitale.

Il 2.300 EcoBoost con cambio manuale parte da 41.000 euro, mentre il V8 parte da 47.000 euro. Per avere il cambio automatico a dieci rapporti occorre aggiungere 2.000 euro, mentre la versione convertibile 4.500 euro in più rispetto alla fastback.

Nuova Ford Mustang facelift: in sintesi


La nuova Ford Mustang si conferma un'auto sportiva capace di far sognare, una di quelle vetture entrate nell'immaginario collettivo e diventata iconica. Il motore V8 da 5 litri e 450 cavalli fa parte del sogno, e - potendo - è quello che esprime al meglio le caratteristiche dinamiche della Mustang. Il 2.3 EcoBoost da 290 cavalli fa comunque la sua ottima figura, con costi di gestione (soprattutto di bollo) accessibili.

Su strada la guida è esaltata dalla tecnologia disponibile, che aiuta a "domare" la cavalleria disponibile rendendo la Ford Mustang un'auto utilizzabile tutti i giorni senza particolari ansie. I consumi sono rapportati al tipo di auto e al motore scelto, ma - soprattutto con il 2,3 litri - accettabili. Punto di forza il prezzo: senza confronti per il tipo di vettura.

Piace:


  • Linea iconica che fa sognare

  • Motori entusiasmanti, il V8 è da urlo

  • Possibilità di configurare il profilo di guida, la modalità "drag" è una chicca


Non Piace:

  • Spazio ridotto per i passeggeri posteriori

  • Assenza dei sensori di parcheggio anteriori

  • Ergonomia del volante non perfetta, troppi pulsanti


Nuova Ford Mustang: scheda tecnica (versione 5.0 V8)


Dimensioni:

Lunghezza:  478 cm
Larghezza: 208 cm
Altezza :  138 cm
Passo:  272 cm
Peso in ordine di marcia: 1.651 Kg
Capacità bagagliaio: 408 litri

Motore:
Carburante: benzina
Cilindrata: 4.951 cc
Cilindri: 8 a V di 90°
Potenza massima:  331 KW – 450 CV
Coppia max: 520 Nm
Cambio: manuale 6 rapporti
Trazione: posteriori

Prestazioni:       
Velocità massima: 249 Km/h
Accelerazione 0-100 km/h: 4,3 secondi
Consumo medio: 12,4 km/l

Prezzo: a partire da 41.000 euro.

  • shares
  • +1
  • Mail