Mercedes EQ: verso un futuro silenzioso

Nei prossimi anni il brand tedesco investirà oltre 11 miliardi di euro per il progetto di elettrificazione.

Mercedes punta forte sull'elettrificazione: infatti, i piani del costruttore tedesco sono quelli di proporre una variante a zero emissioni per ogni modello a listino entro il 2022. L’obiettivo dei prossimi anni è anche quello di produrre oltre 130 nuove auto elettrificate a marchio Mercedes EQ.

La famiglia “green” della Stella, che è nata solamente pochi mesi fa, si divide in tre gruppi: EQ, EQ Power e EQ Boost. La prima tipologia comprende i veicoli completamente elettrici, ma al momento conta solamente una vettura: la EQC, un Suv di medie dimensioni da 400 CV, dotato di una batteria agli ioni di litio da 80 kWh che garantisce 450 km di autonomia (omologati Nedc). Entro il 2022 la gamma dovrebbe "infoltirsi" con l’arrivo di alcune importanti novità.

La categoria EQ Power, invece, comprende i modelli ibridi plug-in di terza generazione: una batteria da 13,5 kWh e un piccolo motore elettrico sono abbinati a un motore benzina, diesel o a idrogeno (GLC F-CELL). Infine, alla base dell'offerta vi è EQ Boost, che comprende le varianti mild-hybrid: vetture che sfruttano una rete di bordo a 48 V per diminuire i consumi e godere diun piccolo miglioramento prestazionale.

Secondo le previsioni di Mercedes, entro il 2025 le vendite dei modelli elettrici dovrebbero attestarsi intorno al 15-25%. Proprio per questo motivo, Dieter Zetsche, Presidente del Consiglio Direttivo di Daimler AG, ha dichiarato: “La trazione elettrica rappresenta un elemento essenziale della mobilità futura, nei prossimi anni investiremo oltre dieci miliardi di euro in nuovi prodotti marchiati EQ e oltre un miliardo nella produzione di batterie”.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail