Guida autonoma: Volvo e Nvidia sempre più vicine

Il costruttore svedese rafforza la partnership con Nvidia per la fornitura di elettronica DRIVE AGX Xavier per la guida autonoma, dal livello 2+ in su.


guida autonoma volvo nvidia


Quello che vedete in foto è un SoC (Sysyem on a Chip) Nvidia DRIVE AGX Xavier e se vi state chiedendo cosa ci faccia su Autoblog.it la risposta sta in due parole: guida autonoma.

La notizia del giorno è che Volvo e Nvidia hanno annunciato di aver rinnovato e rafforzato la loro partnership sui sistemi di assistenza alla guida: Volvo acquisterà da Nvidia l'elettronica necessaria a lanciare la guida autonoma sui suoi modelli a partire dai primi anni del prossimo decennio.

Le auto che integreranno questa tecnologia saranno quelle basate sulla futura Scalable Product Architecture 2 (SPA 2), il nuovo pianale Volvo su cui nascerà la prossima versione della XC90 nel 2021.

L'Nvidia DRIVE AGX Xavier è un computer per l'intelligenza artificiale nelle automobili altamente integrato che consente a Volvo di ottimizzare lo sviluppo delle capacità di guida autonoma riducendo al contempo il costo totale di sviluppo e supporto.

Inizialmente verrà usata da Volvo per implementare sulle sue auto funzionalità di guida assistita di livello 2+, ma la piattaforma DRIVE AGX Xavier consentirà in futuro a Volvo di aggiungere nuovi servizi di connettività, gestione dell'energia, opzioni di personalizzazione in-car e tecnologia di guida autonoma.

"Un buon sistema di autopilota farà fare un salto in avanti in quanto a sicurezza e comfort di guida. L'auto ti guiderà e ti proteggerà costantemente. Rendere ciò possibile richiederà un'architettura dei sensori, un software di intelligenza artificiale, una capacità di calcolo e una tecnologia di sicurezza superiori a quanto il mondo abbia mai fatto - ha dichiarato Jensen Huang, fondatore e CEO di Nvidia - In qualità di leader mondiale nella tecnologia e innovazione della sicurezza, Volvo comprende che esiste una connessione diretta tra sicurezza, comfort e capacità di calcolo all'interno del veicolo".

"Il successo del lancio della guida autonoma richiederà un'enorme quantità di potenza di calcolo, nonché progressi costanti nell'intelligenza artificiale - ha dichiarato Håkan Samuelsson, presidente e amministratore delegato di Volvo Cars - Il nostro accordo con NVIDIA è un tassello importante di questo puzzle e ci aiuta a introdurre in sicurezza automobili Volvo totalmente autonome per i nostri clienti".


La piattaforma Nvidia DRIVE AGX è il primo sistema hardware progettato da un costruttore di chip specificamente per la guida autonoma. Ne esistono due implementazioni: DRIVE AGX Xavier e DRIVE AGX Pegasus.

Quest'ultima, annunciata da Nvidia esattamente un anno fa, è nettamente più potente dell'altra ed è progettata per gestire l'enorme mole di calcoli necessaria alla guida autonoma di livello 4 e 5.

La versione DRIVE AGX Xavier ha una complessità e prestazioni più limitate (meno di un decimo del Pegasus), ma sufficienti per i livelli inferiori della guida autonoma.

Entrambe le implementazioni sono in grado di gestire, con le rispettive diverse prestazioni:


  • dati provenienti da sensori, radar e lidar

  • geolocalizzazione del veicolo

  • gestione sicura del percorso impostato dal passeggero/guidatore


Volvo si affiderà completamente a Nvidia per tutte le sue funzionalità di guida assistita e di guida autonoma, scegliendo tra i vari prodotti disponibili in base alla potenza necessaria per implementare le varie funzioni.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail