Ferrari al salone di Parigi 2018: le delizie di Maranello [Video]

Le stupende Ferrari Monza SP1 ed SP2 sono state mostrate al salone di Parigi 2018. Il ritorno della barchetta. Due modelli in edizione ultra limitata col motore della 812 Superfast. Spazio anche per la 488 Pista Spider

La Ferrari ha quindi ufficialmente meravigliato il salone di Parigi 2018 come solo lei sa fare, col fascino sublime delle sue auto inarrivabili. Questa volta da Maranello ci deliziano con le Ferrari Monza SP1 ed SP2. Il ritorno in chiave moderna della barchetta. Le Ferrari Monza SP1 ed SP2 sono derivate dalla 812 Superfast, nel senso che ne condividono lo straordinario motore V12 6.5 aspirato da 810 cavalli. Entrambe sono modelli omologati per uso stradale. La SP1 è una monoposto, la SP2 una biposto. La potenza massima di 810 cavalli del fantastico motore V12 delle Ferrari Monza viene raggiunta ad 8.500 giri. Altrettanto strabiliante è la coppia massima di 719 Nm a 7.000 giri.

Ferrari Monza SP1 ed SP2, barchette spaziali


La prima vettura Ferrari chiamata “barchetta” fu la versione scoperta della 166 MM del 1948. A coniare la denominazione fu Gianni Agnelli il quale, nel vederla esposta al Salone di Torino quell’anno, commentò che, più che una vettura sembrava una barchetta. La 166 MM “barchetta” avviò la leggenda della Ferrari, vincendo sia la Mille Miglia che la 24 Ore di Le Mans nel 1949; seguirono altre Ferrari Sport straordinarie come le 750 Monza e 860 Monza, chiara fonte di ispirazione per il nome dei nuovi modelli.

Le “barchette” erano simili alle spider (due posti secchi) ma erano prive di capote; anziché un parabrezza avevano solo un piccolo cupolino davanti al pilota e co-pilota e una tonneau cover per coprire il lato passeggero.

Le prestazioni, indicate per entrambe le vetture, sono ovviamente da paura: accelerazione 0-100 in 2,9 secondi, 0-200 in 7,9 secondi. La velocità massima è dichiarata in oltre 300 Km/h. Consumi ed emissioni sono in fase di omologazione, ammesso che importi a qualcuno.

 

Ferrari 488 Pista Spider al salone di Parigi


Nello stand della casa di Maranello fa bella mostra di sè anche un'altra anteprima mondiale per il grande pubblico. Infatti dopo la fugace apparizione lo scorso agosto a Pebble Beach è sbarcata in terra europea la Ferrari 488 Pista Spider. Si tratta del 50° modello di vettura aperta prodotto a Maranello. Ed è anche la spider più performante nella storia di questo costruttore così speciale: il miglior rapporto peso/potenza di sempre, 1,92 Kg/Cv. La 488 Pista Spider gode di un massiccio trasferimento di tecnologia dalla pista.

Deriva infatti direttamente dalle vetture da corsa 488 GTE e 488 Challenge. Monta il motore V8 3.9 biturbo da 720 cavalli (50 in più della 488 Spider) e 770 Nm di coppia. L'accelerazione 0-100 è sbalorditiva: 2,85 secondi. Peso in ordine di marcia 1.485 Kg. Velocità massima 340 Km/h. Le consegne cominceranno a marzo.

  • shares
  • +1
  • Mail