Auto elettriche tedesche al Salone di Parigi 2018: la sfida

I SUV Audi e-tron e Mercedes EQC rappresentano l'ingresso dei marchi premium dalla Germania nell'arena più importante del futuro, in attesa di essere raggiunti dalla BMW iNext

Auto elettriche tedesche al salone di Parigi 2018

Ci hanno messo un po' ma stanno arrivando e fanno paura. Le auto elettriche tedesche al salone di Parigi 2018 occuperanno uno spazio preminente, soprattutto perché appartengono alla fascia premium, la più attesa e annunciata. Quindi la perpetua sfida interna fra i grossi marchi germanici si sta spostando già oggi verso bobine, trasformatori e celle al litio. Nella rassegna francese il primo round della contesa sarà tra Audi e-tron e Mercedes EQC. Dovremo attendere circa un anno per vedere il terzo contendente, BMW iNext. Sono tutti SUV, un altro inequivocabile segno dei tempi.

Audi e-tron e Mercedes EQC: autonomia e tempi di ricarica


Sempre riferendoci ai SUV di lusso, le auto elettriche tedesche non sono state le prime ad arrivare sul mercato. Da qualche anno il settore è occupato quasi in esclusiva dalla Tesla Model X; da pochi mesi si è aggiunta la Jaguar I-Pace. Ma EQC ed e-tron hanno le carte in regola per acquisire in brevissimo tempo importanti fette di questa torta molto lucrosa. Che pare diventare sempre più grossa: perché la gente con tanti soldi non manca mai e la voglia di SUV non accenna a placarsi. Mercedes e Audi, per non parlare di BMW, fanno paura perché dispongono di risorse e competenze gigantesche, nonché una base di clienti dalle dimensioni del tutto inarrivabili da parte dei concorrenti. Allora operiamo un piccolo confronto tra questi modelli, soffermandoci sui due già presentati nella loro versione di produzione e prossimi al lancio commerciale.

Audi e-tron appartiene al segmento E per dimensioni, data la lunghezza di 490 cm. Dal punto di vista stilistico la marca di Ingolstadt ha voluto sottolineare la continuità con gli altri modelli, infatti le differenze estetiche sono pochissime. La e-tron è un SUV da grandi viaggi, dotato anche di un bagagliaio da almeno 600 litri (1.725 litri il volume massimo di carico). Per grandi viaggi qui dobbiamo intendere l'autonomia: 400 Km misurati secondo lo standard WLTP sono un risultato notevole, ottenuto grazie alle batterie da 95 kWh e anche, non in minima parte, all'efficienza dei sistemi di recupero di energia, i quali contribuiscono per circa il 30% all'autonomia generale.

La trazione integrale quattro è anch'essa del tipo elettrico: viene cioè ottenuta tramite il collocamento di un motore per asse. E' indicato il peso delle batterie è di circa 700 Kg, mentre non è stato comunicato quello complessivo della vettura. Le batterie hanno tempi di ricarica su presa domestica da 11 kW in 8 ore e 30 per il 100% di energia. In opzione c'è il sistema da 22 kW. Tramite collegamento a colonnina rapida in standard CCS è possibile recuperare l'80% in 30 minuti.

Mercedes EQC ha dimensioni da segmento D, la sua lunghezza è di 476 cm, per il bagagliaio viene indicato il volume minimo di carico, 500 litri. Qui il design si stacca maggiormente dai modelli a propulsione tradizionale, particolarmente all'anteriore, perché la casa di Stoccarda intende spingere il brand EQ come qualcosa di autonomo.

Le batterie hanno una capacità di 80 kWh e permettono un'autonomia di 450 Km. Ma questo valore, a differenza di quello di Audi, è espresso secondo lo standard NEDC. Viene fornito il dato sul consumo di energia, 22,2 kWh/100 Km. Anche EQC ha scelto la soluzione dei due motori elettrici, uno per asse, quindi la trasmissione della coppia motrice su tutte e quattro ruote avviene in maniera simile. Le batterie pesano 650 Kg, il peso a vuoto della vettura è di 2.425 Kg. Per quanto riguarda i tempi di ricarica, viene indicato solo che con una colonnina CCS si recupera l'80% in 40 minuti.

Confronto auto elettriche tedesche: prestazioni


Le prestazioni sono importanti, sempre. Soprattutto quando si acquistano modelli di fascia alta. Quando si parla di auto elettriche, l'accento tuttavia viene particolarmente posto sullo scatto da fermo, cioè l'accelerazione 0-100, ancora più che nelle auto tradizionali. Perché è qui che l'erogazione della coppia di un motore elettrico (tutta subito) evidenzia vantaggi spettacolari. I due motori elettrici di Audi e-tron forniscono una potenza massima di 408 cavalli (300 kW). Molto elevata anche la coppia, pari a 660 Newton metri. L'accelerazione 0-100 avviene in 5,7 secondi. La velocità massima è di 200 Km/h.

Sulla Mercedes EQC la potenza massima è uguale, 300 kW/408 Cv. Ma è più elevata la coppia massima, 765 Nm. Accelerazione 0-100 in 5,1 secondi, velocità massima 180 Km/h. Se qualcuno si domandasse come mai le velocità di punta siano così basse nonostante i 400 cavalli, va ricordato che nelle auto elettriche si tende a limitare elettronicamente la velocità massima a valori contenuti, per due ragioni: evitare di prosciugare troppo in fretta la carica delle batterie ed evitare problemi di surriscaldamento delle batterie stesse.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail