Lexus ES: debuttano le telecamere al posto degli specchietti

Gli specchietti digitali - digital outer mirrors - debuttano in Giappone con la Lexus ES. In Europa la normativa vieta il loro utilizzo.

Da tempo si parla di specchietti digitali, ma finora non li abbiamo ancora visti. Almeno sulle auto di serie. In Giappone sembra sia arrivato il momento buono con i Digital Outer Mirrors, due mini telecamere che sostituiranno i tradizionali specchietti laterali sulla nuova generazione della Lexus ES.

Il Giappone infatti, a partire da ottobre, è uno dei primi Paesi al mondo ad aver autorizzato gli specchietti retrovisori digitali sulle auto di serie, ancora vietati dalla legge italiana. I Digital Outer Mirrors, due supporti con telecamera integrata posizionati sulla carrozzeria al posto degli specchietti tradizionali, presentano rispetto a questi ultimi diversi vantaggi: primo fra questi la sicurezza, visto che il guidatore potrà osservare ciò che avviene alle sue spalle attraverso due schermi da 5” montati all'interno dell'abitacolo alla base dei montanti anteriori.

La visuale, come assicura Lexus, sarà quindi sempre libera da condensa, gocce o sporcizia che solitamente si accumula sulla superficie dello specchietto. La superficie ridotta dei supporti, porterà anche una migliore visibilità nelle svolte strette.

Questa soluzione permette inoltre di contenere i fruscii alle alte velocità, oltre a ridurre il consumo di carburante. Dopo la Lexus ES la prossima auto ad adottare questa soluzione sarà l'Audi e-tron, ormai prossima al debutto, solo in Giappone. Nell'attesa che i legislatori europei si diano una mossa.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 41 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail