futuro o stella?

Il futuro a zero emissioni di Mercedes-Benz è iniziato nella capitale europea più all'avanguardia in termini di sostenibilità con il debutto dell'attesissima Mercedes EQC a Stoccolma. E' la primogenita del brand EQ, che contraddistingue i modelli a trazione elettrica in una gamma che entro il 2022 coprirà tutti i segmenti. La EQC è una SUV di medie dimensioni, non rivoluzionaria nello stile ma comunque innovativa sia nel look che nella meccanica, prodotta inizialmente nel sito produttivo di Brema: lo stesso in cui viene assemblata la GLC, rispetto alla quale è leggermente più lunga e meno alta.

Le misure sono quelle di un SUV di taglia media, lungo 4.761 mm, largo 1.884 ed alto 1.624 mm. Il passo è pari a metri 2,87, che garantisce una buona abitabilità interna, mentre il bagagliaio offre una capacità di 500 litri. Il design, a detta della stessa Mercedes, intende esprimere un lusso progressista verso il futuro, caratterizzato da linee che vogliono enfatizzare dinamismo e sportività, guardando avanti ma senza rivoluzionare il recente corso stilistico della Stella. Espressivo il frontale, con i gruppi ottici integrati in un pannello nero lucido che circonda la calandra ed uniti da una striscia a led che si estende in orizzontale sotto al cofano.

I gruppi ottici anteriori a Led sono di serie e l'abbinamento tra nero e blu esprime pienamente il corso stilistico del brand EQ. Sulla fiancata spiccano i cerchi in lega bicolore disponibili nelle varianti da 19 a 21 pollici, mentre anche sul retro i gruppi ottici sono uniti da una striscia luminosa a LED. Per chi cerca qualcosa di più accattivante, è disponibile il pacchetto estetico AMG Line, che include una griglia frontale più appariscente rispetto a quella di serie.

Mercedes-Benz EQC: interni ed infotainment


Nell'abitacolo della Mercedes EQC spiccano i due grandi schermi di 10,25” di serie del sistema multimediale MBUX che ha debuttato sulla Mercedes Classe A e non potrebbe essere altrimenti, vista l'impostazione minimalista degli interni. La grafica del quadro strumenti strumenti presenta novità specifiche per la EQC, con variazioni cromatiche che indicano al guidatore quando si recupera energia nelle frenate o la si disperde nelle accelerazioni.

Attravero l'App Mercedes Me è possibile inoltre gestire da remoto la pre-climatizzazione, l'impostazione del percorso che include la presenza (eventuale, soprattutto in Italia) di colonnine per la ricarica nel caso l'autonomia necessaria sia superiore di quella residua. La funzione di climatizzazione da remoto gestisce anche il riscaldamento dei sedili e può essere personalizzata indicando la temperatura richiesta e l'orario di partenza, senza così gravare sulla carica delle batterie. Le finiture ed i materiali, molti dei quali eco-compatibili, sono in linea con quello che ci si aspetta quando si entra in una Mercedes.

Mercedes-Benz EQC: il motore


La Mercedes EQC è a trazione integrale vista la presenza di due motori asincroni distribuiti sui due assali per una potenza massima di sistema di 300 kW/407 CV e 765 Nm di coppia, per  un'autonomia dichiarata di 450 km (Nedc). E' garantita da un pacco batterie al litio da 80 kWh e 650 kg di peso, posto sul fondo del veicolo. Il guidatore potrà gestire l'intensità del recupero di energia in base a cinque parametri, di cui uno totalmente automatico.  Sono disponibili cinque modalità di guida: Eco, Max Range, Comfort, Sport e Individual. Selezionando le prime due il guidatore sarà aiutato ad ottenere la massima efficienza con un feedback proveniente da pedale dell'acceleratore. Il  pacchetto Eco Assist analizza inoltre i dati provenienti dal sistema di navigazione e dai sensori per analizzare il percorso, i limiti di velocità e le condizioni del traffico per garantire il massimo risparmio di energia.

I 180 Km/h di velocità massima sono un compromesso per garantire l'efficienza, ma la EQC garantisce anche un discreto dinamismo certificato dallo sprint sullo 0-100 coperto con il tempo di 5,1 secondi, nonostante una massa di 2.425 kg. Le batterie della EQC possono essere ricaricate grazie al sistema di bordo da 7,4 kW, adatto alle prese delle abitazioni private ealle postazioni pubbliche. È possibile optare per la Wallbox oppure per le colonnine rapide a 110 kW, riducendo fino a 40 minuti il tempo per recuperare l'80% dell'energia totale.


Sul piano della sicurezza, Mercedes ha lavorato a fondo sia su quella attiva sia su quella passiva, realizzando una protezione specifica che protegge il pacco batterie dagli urti frontali e laterali. Sono presenti tutti gli Adas di ultima generazione, integrati con l'introduzione di una nuova funzione gestita dall'Active Distance Assist: mentre ci si avvicina alle vetture incolonnate, la EQC oltre a rallentare può far per accostante la vettura pere lasciare spazio al centro della carreggiata ai veicoli di soccorso.


  • shares
  • Mail