Ferrari: al posto di Marchionne, Elkann Presidente e Camilleri ad

Le nuove nomine sono state ufficializzate in un comunicato diffuso in serata dal consiglio di amministrazione riunito al Lingotto.

Louis Camilleri - AD Ferrari

Il cda della Ferrari, riunito d'urgenza nella giornata di ieri per l'aggravarsi dello stato di salute di Sergio Marchionne,  ha nominato John Elkann Presidente e Louis Carey Camilleri nuovo Amministratore Delegato. Le due cariche fino a ieri erano ricoperte dal manager italo-canadese, attualmente ricoverato in gravi condizioni in una clinica svizzera. Il Cavallino ha ufficializzato le nomine attraverso un comunicato diffuso in serata che riportiamo integralmente:" Il Consiglio di Amministrazione di Ferrari riunitosi oggi ha appreso con profonda tristezza che il Presidente e Amministratore Delegato Sergio Marchionne non potrà riprendere la sua attività lavorativa. Il Consiglio è vicino a Sergio Marchionne e alla sua famiglia, ed è grato per lo straordinario contributo che ha dato in questi anni alla guida della Ferrari. Il Consiglio ha quindi deciso di nominare John Elkann Presidente e proporrà all’assemblea degli azionisti, che verrà convocata prossimamente, di nominare Louis C. Camilleri Amministratore Delegato. Il Consiglio ha anche attribuito a Louis Camilleri le deleghe necessarie a garantire continuità all’operatività dell’azienda."

Ferrari: chi è Louis Carey Camilleri


Nato ad Alessandria d'Egitto nel 1955, cittadinanza maltese, Camilleri è entrato nel consiglio di amministrazione della Ferrari nel 2017. Nel suo curriculum figurano esperienze passate come manager di multinazionali come Kraft e Altria e la presenza nel cda della compagnia telefonica mobile America Movil. Attualmente Louis Carey Camilleri è presidente Philip Morris International.

Non si sa molto invece della sua vita privata: si è laureato in Economia e gestione aziendale presso l’Hec di Losanna: dopo brevi esperienze lavorative nella città svizzera, nel 1978 entrò in Philip Morris, dove iniziò la sua scalata partendo dal basso per passare ad incarichi sempre più prestigiosi fino ad arrivare al vertice. Con uno stipendio che lo pone tra i Ceo più pagati d’America: 9,7 milioni di dollari all'anno ed un patrimonio personale che supera i 150 milioni di sterline. E' divorziato dal 2004 ed è padre di tre figli. Parla italiano, tedesco e francese.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 10 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail