Guida autonoma: nasce la NAV Alliance

Aquantia, Bosch, Continental, Nvidia e Volkswagen uniscono le forze per accelerare i tempi e portare su strada le auto senza conducente.


Nav Alliance guida autonoma Aquantia Bosch Continental Nvidia Volkswagen


Per arrivare su strada la guida autonoma ha bisogno della collaborazione dei costruttori auto, dei giganti dell'elettronica, di brillanti ingegneri hardware e software e, soprattutto, di soluzioni standardizzate. Ecco perché Aquantia, Bosch, Continental, Nvidia e Volkswagen Group of America hanno dato vita a Networking for Autonomous Vehicles (NAV) Alliance.

Se Volkswagen, Bosch e Continental sono ben noti ai lettori di Autoblog, forse lo è meno Nvidia e di sicuro è quasi sconosciuta Aquantia.

Nvidia è il gigante dell'elettronica che, nato come costruttore di chip per schede grafiche, ha poi allargato il suo business a tutto il settore dell'elaborazione delle immagini digitali. Comprese quelle provenienti dalle telecamere dei sistemi di guida assistita e autonoma.

Atlantis, invece, nasce nel 2004 per sviluppare tecnologie per le connessioni di rete via cavo Ethernet e poi allarga i suoi orizzonti entrando nel nascente business dell'elettronica automotive.


"Volkswagen Group of America è lieto di unirsi come membro fondatore alla NAV Alliance perché vogliamo fornire la migliore esperienza di guida autonoma ai nostri clienti. Il team di Volkswagne guarda al futuro collaborando con gli altri membri dell'alleanza per aumentare la sicurezza e la facilità nell'uso dei veicoli autonomi, e per portarli sul mercato più velocemente", spiega Matthias Erb, & Chief Engineering Officer NAR di Volkswagen Group of America.

La partecipazione di Aquantia all'alleanza è strategica: l'azienda californiana, infatti, produce chip e cablaggi in rame per il collegamento ad altissima velocità tra i sensori delle auto e i processori che devono elaborare le informazioni (in questo caso i processori di Nvidia).


Sempre Aquantia, inoltre, nel 2014 ha fondato insieme a Cisco Systems, Freescale Semiconductor e Xilinx la NBASE-T Alliance per sviluppare lo standard di trasmissione dati 802.3bz. Uno standard, ancora basato sui cavi in rame, che permette il trasferimento di enormi quantità di dati ad altissima velocità.

Queste connessioni potranno essere molto utili nei data center dei costruttori auto che gestiranno l'immensa mole di dati generati dalle auto a guida autonoma circolanti su strada.

La NAV Alliance è una alleanza aperta anche ad altri costruttori auto, anche rivali di Volkswagen, perché mira alla creazione di uno standard condiviso su cui basare le future tecnologie di guida autonoma.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO