Auto Elettriche: obiettivo 1 milione di unità in Italia entro il 2022

Lo ha annunciato il vice-premier Di Maio, ma secondo il Centro Studi Promotor sono necessari investimenti pubblici per 9 miliardi di euro.

Auto elettriche


Entro il 2022, in Italia circoleranno un milione di auto elettriche contro le attuali cinquemila. Questo è l'obiettivo di Luigi Di Maio, Vice Presidente del Consiglio e Ministro dello Sviluppo Economico e Ministro del Lavoro.

La dichiarazione del Ministro rientra nel cosiddetto il 'Contratto di Governo' firmato con l'altro partito della maggioranza. Se la complicata attuazione andasse in porto, otterremmo i tanto sospirati vantaggi in termini di impatto ambientale, con un parco auto circolante molto più giovane e con la riduzione di vetture a benzina e diesel. Se questo obiettivo dovesse essere raggiunto, l'Italia balzerebbe dall'ultimo al primo posto in Europa nella classifica delle auto elettriche circolanti sul territorio nazionale. Tuttavia, non è chiaro se l'obiettivo riguarda solo le auto elettriche o anche le vetture a propulsione ibrida Plug-In.

Lo scorso anno, sul mercato italiano sono state immatricolate solo 2.600 auto elettriche, mentre il quantitativo sale a 4.800 unità con il calcolo aggiuntivo delle auto a propulsione ibrida Plug-In, sempre poche considerando che nel 2017 sono state vendute quasi due milioni di auto. Secondo "Bloomberg", gli italiani preferiscono il metano come alternativa all'elettrico, perché questo tipo di alimentazione è stata scelta l'anno scorso da 230.000 automobilisti.

Secondo Gian Primo Guagliano del Centro Studi Promotor, per vendere un milione di auto elettriche entro il 2022 sul mercato italiano sono necessari 9 miliardi di euro, perché solo incentivi da 9.000 euro per vettura, come in Norvegia o Francia, potranno convincere tanti automobilisti al passaggio verso l'auto a 'zero emissioni'. Inoltre, è necessario anche l'investimento da parte di Enel, già garantito con 300 milioni di euro per per l'installazione di 14.000 stazioni di ricarica sempre entro il 2022.

Tuttavia, il manager Francesco Venturini, amministratore delegato di Enel X che si occupa di auto elettriche per conto del colosso italiano dell'energia, ha dichiarato che lo sviluppo delle infrastrutture è complicato perché al momento mancano le linee guida da parte del Governo italiano. Di Maio, invece, ha apprezzato le dichiarazioni di Sergio Marchionne, amministratore delegato di FCA, il quale ha annunciato l'investimento di 9 miliardi nell'auto elettrica fino al 2022, con l'obiettivo di raggiungere il 50% di vendite entro il 2025.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO