Volvo: impegno per aumentare la plastica riciclata

La casa svedese ha mostrato una speciale XC60 in cui molti materiali sono stati recuperati. Il programma è arrivare al 25% di plastica riciclata dal 2025

Volvo

Le automobili moderne usano parecchia plastica. Materiale che, se non riciclato, incide in modo non leggero sull'inquinamento ambientale. La Volvo ha annunciato l'avvio di un programma atto a raggiungere l'obiettivo d'impegare almeno il 25% di plastica riciclata nei suoi modelli a partire dal 2025.

La casa svedese ha anche esortato i fornitori dell'industria automobilistica a collaborare più strettamente con i costruttori, proprio per sviluppare i prossimi componenti tenendo conto della sostenibilità ambientale, partendo appunto dalla plastica riciclata.

Come dimostrazione, la Volvo ha presentato in anteprima una versione speciale del SUV XC60 T8, il modello ibrido plug-in. Sembra uguale all'attuale, però molti dei suoi componenti in plastica sono stati sostituiti con parti equivalenti prodotte tramite materiali riciclati.

Ad esempio, la consolle sul tunnel centrale deriva da materiali ricavati da vecchie reti da pesca e corde nautiche. Il rivestimento del pavimento nasce come bottiglie in PET e scarti di cotone dei produttori tessili. Il materiale fonoassorbente inserito sotto il cofano nasce da sedili di vecchie Volvo.

Durante la presentazione di questa speciale XC60, tenuta a Goteborg, il presidente di Volvo Cars Hakan Samuelsson ha dichiarato: "Volvo Cars è fortemente impegnata nella riduzione della sua impronta ambientale a livello globale. L'attenzione per l'ambiente è uno dei valori basilari di Volvo e continueremo a trovare nuovi modi per riuscire a integrarlo nelle attività della nostra azienda. Questa vettura e l'obiettivo che ci siamo prefissati per quanto riguarda le plastiche riciclate sono ulteriori esempi di questo impegno".

  • shares
  • +1
  • Mail