Aumento tasse diesel: accise uguali alla benzina, voci e smentite

Sul Corriere della sera il ministero dell'Ambiente vorrebbe aumentare l'imposta sul gasolio, sul Fatto quotidiano invece no

Una pistola per il gasolio

Le accise sul prezzo del gasolio saliranno o no? Dovremo subire un aumento delle tasse sul diesel? La questione è al momento confusa. Le indiscrezioni sui quotidiani nazionali rimbalzano e creano agitazione. Il Corriere della sera ha riportato il 16 giugno che al ministero dell'Ambiente sarebbe allo studio un taglio di quelli che vengono definiti "Sussidi ambientalmente dannosi", termine inventato da una recente normativa. Questo taglio porterebbe nelle casse dello Stato 5 miliardi di euro.

La normativa in questione è la legge n. 221 del 28 dicembre 2015, in cui si predispone che tale ministero compili un catalogo delle misure fiscali che danneggerebbero l'ambiente, accanto ad un elenco di quelle che invece lo favorirebbero. Fra queste rientrano le accise (imposte) sul prezzo dei carburanti. Viene incluso fra i sussidi ambientalmente dannosi quello che in gergo si chiama "bonus diesel". Cioè la differenza rispetto all'accisa sulla benzina, superiore a quella sul gasolio. Circa il 23%.

Allora il prezzo del gasolio salirà ancora perché fanno sparire questo bonus, come riporta il Corriere? Secondo il Fatto quotidiano, no. Tale giornale cita sul numero del 17 giugno fonti del ministero dell'Ambiente che smentirebbero il taglio dell'incentivo esistente sul diesel. Insomma, non aumenterebbe l'accisa sul gasolio, quel progetto farebbe parte di un vecchio dossier. Tuttavia, sempre il Fatto aggiunge che non si esclude che un provvedimento del genere non sia allo studio di qualche altro ministero.

Quindi di certo non esiste nulla. Un chiarimento ufficiale non sarebbe male. Soprattutto da parte di un governo che ha messo tra i suoi argomenti principali la riduzione delle tasse. Ultimo in ordine di tempo proprio il secondo azionista dell'esecutivo, cioè Matteo Salvini, il quale pochi giorni fa, parlando alla Confesercenti, ha ribadito espressamente che non aumenteranno né Iva né accise. L'eliminazione delle quali è inserita nel famoso "contratto di governo".

A meno che invece non si voglia credere che il sicuro aumento dei prezzi di tutte le merci (camion e furgoni sono quasi tutti diesel e lo saranno ancora a lungo) che seguirebbe l'aumento delle imposte sul gasolio sia favorire l'economia. Per non parlare di tutto il resto.

  • shares
  • +1
  • Mail