Eppy, a Latina car sharing 100% elettrico con Renault

Il capoluogo laziale è tra le prime città italiane ad avere un car sharing 100% elettrico, grazie alla gamma di veicoli ZE di Renault

Il car sharing si conferma un'ottima soluzione di mobilità all'interno delle città, e ora conquista anche la provincia: ecco che sbarca a Latina il primo car sharing 100% elettrico targato Renault, che sarà attivo a partire da oggi 1 giugno.

Il servizio di condivisione prende il nome di Eppy, ovvero Elettra Point to Point by Yourself, ed è un'iniziativa che nasce all'interno del gruppo Elettra Investimenti, la società pontina che ha sede nel capoluogo e che è attiva dal 2005 nel campo dell'energia: "Siamo molto curiosi di vedere quale sarà la risposta della città di Latina, poiché questa per noi rappresenta una sfida in due ambiti, principalmente ambientale e poi anche economico" ha dichiarato Fabio Massimo Bombacci, presidente di Elettra, "il progetto partirà nelle piccole città capoluoghi di provincia, ma l'obiettivo a breve e medio termine è quello di ampliare il servizio anche ai comuni limitrofi".

Renault, dal canto suo, contribuisce con una flotta di circa 50 veicoli di modelli Kangoo, Twizzy e ZOE, ciascuno pensato per ogni esigenza del cittadino: il minivan si rivolge a chi necessita di maggiore spazio per il trasporto, come per esempio le piccole e medie imprese, il quadriciclo invece è pensato soprattutto per i più giovani, mentre la compatta è proprio per tutti.

Eppy è a flusso libero e 100% elettrico, infatti tutti i veicoli messi a disposizione dalla casa francese fanno parte della gamma Z.E., a zero emissioni. La berlina compatta ZOE ha una batteria da 41 kWh e un'autonomia di 300 km reali (per il veicolo commerciale Kangoo i chilometri di autonomia sono 200), che la rende adatta tanto al percorso cittadino quanto a quello extra-cittadino: è rapida a ricaricarsi alle colonnine di corrente alternata e si adatta automaticamente a tutte le potenze, monofase e trifase. Ha anche un bello scatto di accelerazione, passando da 0 a 50 km/h in 4s, il che la rende anche più interessante e divertente da guidare. "Eppy rappresenta un ulteriore passo avanti in fatto di mobilità elettrica su larga scala, sulla quale Renault ha puntato già dal 2011: siamo molto felici di poter collaborare con attori sensibili al tema dell'ambiente, poiché la mobilità elettrica è fondamentale per preservare il patrimonio naturalistico delle nostre città", ha aggiunto Francesco Fontana Giusti, Direttore Comunicazione e Immagine di Renault Italia.

Accedere al servizio è molto semplice, basta registrarsi sull'app dedicata Eppy New Drive (disponibile sia per Android che per iOS) e seguire la procedura riportata. E' possibile prenotare un veicolo fino a 15 minuti prima del suo effettivo utilizzo oppure prelevarlo anche senza prenotazione: in entrambi i casi, è necessario eseguire lo scanner del QR code dell'auto tramite l'app su smartphone e il gioco è fatto. All'interno si trovano le chiavi che poi, una volta terminato il noleggio della vettura, vanno riposizionate nel vano apposito per il prossimo utilizzo. L'utilizzo di Eppy consente il passaggio in ztl e il parcheggio su strisce blu, ed è quindi consentita la sosta intermedia. Il termine del noleggio però deve avvenire necessariamente all'interno dell'area segnalata in blu sulla mappa fornita nell'applicazione.

Il pagamento può essere eseguito tramite carta ricaricabile e a breve anche con conto Paypal: da oggi fino al mese di settembre, inoltre, gli iscritti potranno usufruire dei primi 60 minuti di utilizzo gratuiti: i cittadini hanno bisogno di avvicinarsi alla mentalità del car sharing e questo sembra essere un buon incentivo a farlo. Trascorsa la prima ora, la tariffa sarà di 0,25 cent/min - nella media rispetto agli altri servizi di condivisione quali Car2go e Enjoy - e a partire da ottobre sarà anche possibile effettuare abbonamenti di un mese e di un anno al servizio.

Migliorare la qualità della vita dei cittadini passa per il car sharing ma anche per un progetto di 'cardioprotezione', così da rendere la città comoda e allo stesso tempo sicura: infatti, sulle strade le colonnine di ricarica dei veicoli elettrici saranno presto affiancate da dei defibrillatori.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 9 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO