Formula E: dal prossimo anno si correrà in Arabia Saudita

Dopo la Moto GP e la Formula 1, anche la Formula E approda in Medio Oriente, patria dell’“oro nero”.

163344214-854207ad-8d6d-430b-99c5-806c37e80244.jpg

Il calendario dell’ABB Formula E Championship si fa più corposo: dalla prossima stagione, infatti, si correrà anche in Arabia Saudita, precisamente a Riyadh. Nella capitale del ricco paese arabo sarà disputata la gara di apertura del Campionato 2018/2019, che darà avvio alla quinta edizione della categoria, che sta riscuotendo un discreto successo. L’accordo durerà 10 anni, decisamente più longevo della partnership con Roma valida fino al 2023.

Curioso vedere come la serie sia sbarcata anche in Medio Oriente, in una di quelle nazioni che deve la sua ricchezza al petrolio. Ormai la competizione sembra non avere più limiti e continua inesorabilmente la sua crescita.

Alejandro Agag, presidente della Formula E, ha dichiarato: “Correre il primo round a Riyadh è il perfetto inizio per la prossima fase della Formula E. L'Arabia Saudita è un paese vibrante che si sta focalizzando sul proprio futuro e sarà il debutto ideale per la nuova generazione di monoposto. Siamo orgogliosi che l'Arabia Saudita abbia scelto noi e molti altri paesi ci stanno cercando”.

Altre buone notizie sono arrivate nei giorni passati, quando la Scuderia Venturi Grand Prix ha annunciato di aver ingaggiato Felipe Massa, pilota di fama mondiale con un recentissimo passato in Formula 1. Il brasiliano, ex Williams e Ferrari, farà il suo esordio il prossimo anno a bordo delle monoposto di seconda generazione, più potenti, più veloci e con più autonomia (grazie alle batterie da 54 kWh).

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail