Kia Sportage: arriva l'ibrido diesel

Nel secondo semestre la casa coreana introdurrà un sistema mild-hybrid sui suoi motori a gasolio, cominciando dal SUV bestseller

Kia Sportage

La Kia sta preparando il lancio nel secondo semestre 2018 del suo prima sistema ibrido diesel. E lo fa sul suo modello più importante in termini di venditi, il SUV Sportage. Si tratta di un sistema mild hybrid. Qual è oggi il problema numero 1 per qualsiasi casa automobilistica? La risposta è univoca: emissioni. Ciascun costruttore ha scelto la propria strategia a seconda dei diversi obiettivi aziendali e mercati di riferimento. Se per il futuro sembra inevitabile la scelta dell'alimentazione totalmente elettrica, sul breve e medio termine la situazione non è altrettanto chiara. Le tecnologie ibrida plug-in e ibrida non ricaricabile esternamente vanno bene per alcune tipologie di utilizzo, non per tutte, prevalentemente per ragioni di costi. Allo stesso tempo, i motori termici hanno bisogno d'interventi decisi per rispettare le normative che entreranno in vigore tra poco, particolarmente in Europa.

Ecco che allora la tecnologia mild hybrid, detta anche ibrida leggera o microibrida, si sta affacciando come il compromesso più razionale sul breve termine. Motore tradizionale assistito da un piccolo apparato elettrico, leggero ed economico, nelle fasi in cui consuma di più, cioè partenza a freddo, accelerazione e ripresa. Un numero crescente di costruttori si sta orientando verso questa soluzione.

Il sistema mild hybrid di Kia si compone di una compatta batteria a 48 volt della capacità di 0,46 kWh; un motore elettrico che integra anche le funzioni di starter e generatore; un convertitore fra corrente continua e alternata. In accelerazione il sistema fornisce fino a 10 kW (13,6 cavalli) di potenza elettrica, riducendo il carico del motore diesel, quindi consumi ed emissioni.

In modalità generatore il sistema recupera energia cinetica da decelerazioni e frenate, accumulandola nella batteria. La sofisticata gestione elettronica consente di spegnere automaticamente il motore diesel già in fase di decelerazione e frenata, per riavviarlo non appena si preme l'acceleratore. In questo modo si ottiene una riduzione delle emissioni di CO2 del 4%, se misurata nei test WLTP, oppure del 7% nell'equivalente NEDC.

Il sistema mild-hybrid di Kia è compatibile con tutti i sistemi di trasmissione. In futuro verrà esteso anche ad alcuni motori a benzina. Infine, i nuovi diesel Kia avranno tutti dei nuovi filtri SCR per ridurre ulteriormente le emissioni di ossidi di azoto (NOx), rientrando nelle nuove norme Euro 6-Dtemp.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 18 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO