Volkswagen Touareg: primo contatto con la 3.0 TDI da 286 CV

Sulle strade austriache il nostro primo contatto con la rinnovata Volkswagen Touareg, giunta alla terza generazione.

La Volkswagen Touareg si rinnova e con la terza generazione sale al rango di ammiraglia della ricca gamma di Wolfsburg. Dopo due generazioni ed un milione di esemplari venduti soprattutto nel vecchio continente la nuova Touareg fa il pieno di tecnologia e punta al florido mercato cinese, non a caso è stata presentata al Salone di Pechino, per rimanere protagonista nell'affollato segmento dei Maxi Suv. Proverà a farlo con la vocazione da grande viaggiatrice della precedente generazione, ora coniugata a migliori qualità dinamiche esaltate dai più moderni sistemi di ausilio alla guida.

In Europa sarà subito disponibile la versione dotata del motore 3.0 V6 Turbodiesel da 286 CV, seguita a giugno dalla versione da 231 CV. In futuro arriverà anche una versione a benzina da 340 CV ed una ibrida plug-in da 367 CV. Sulle strade austriache abbiamo provato la Volkswagen Touareg 3.0 V6 TDI in allestimento Advanced, proposta al prezzo di 76.500 euro.

Volkswagen Touareg: com'è fatta


La nuova Touareg è basata sulla nuova piattaforma modulare MLB-Evo già vista su Porsche Cayenne e Lamborghini Urus, che ha portato in dote circa 3 cm in più di lunghezza e circa un quintale di risparmio sul peso. Le misure indicano 4.878 mm. di lunghezza, 1.984 di larghezza e 1.702 di altezza, per proporzioni che, data la maggiore lunghezza e la minore altezza rispetto al modello uscente, enfatizzano il dinamismo della nuova Touareg. Anche il passo è stato incrementato di oltre 3 cm ed ora tocca quota 289 cm. Un aumento che influisce positivamente sull'abitacolo e sul bagagliaio, con un incremento della capacità da 697 a 810 litri. 

Dal punto di vista estetico la nuova Touareg richiama in alcuni tratti del frontale la T-Roc, con la grande calandra cromata che si estende fino a fondersi nei nuovi gruppi ottici a LED dal taglio più sottile. Sulla fiancata tratti più tesi e passaruota più pronunciati rispetto al modello uscente danno il loro contributo a rendere più dinamico l'insieme, insieme alla linea del tetto discendente verso il montante c reclinato in avanti. Massiccio il posteriore con i nuovi proiettori meno arrotondati e lo spoiler decisamente pronunciato.

Volkswagen Touareg: interni e infotainment


Se gli esterni rappresentano un'evoluzione stilistica volta a tenere il passo dei tempi che cambiano, il vero salto generazionale la Touareg lo fa negli interni, con l'Innovation Cockpit che introduce l'era degli abitacoli digitalizzati di Volkswagen. Il tetto panoramico lungo 1.270 mm e largo 825 mm garantisce la massima luminosità di giorno, mentre di notte sono le luci ambientali disponibili in 30 tonalità a creare l'effetto navicella spaziale. Comodi i sedili, rivestiti in pelle come la maggior parte dell'abitacolo, per la prima volta disponibili su una Touareg con funzione massaggio.

Sulla plancia, quasi interamente sgombra da pulsanti, domina il maxi display da 15 pollici unito a quello del quadro strumenti da 12 da un vetro scuro, da dove è possibile gestire le tante funzioni di assistenza, infotainment e legate al comfort del sistema Discover Premium. Grazie a una eSIM indipendente (inizialmente in 13 Paesi in Europa) il nuovo SUV di Wolfsburg è sempre connesso. Nei tragitti quotidiani, il navigatore propone rotte alternative in caso di blocchi del traffico rispetto alle destinazioni selezionate abitualmente, anche senza inserire la destinazione.

Totale è la compatibilità con gli smartphone, che è possibile ricaricare con il sistema ad induzione e sfruttare attraverso l'App Connect che integra MirrorLink, Apple CarPlay e Android Auto. Sono disponibili anche quattro porte USB  e un Hotspot WLAN che può connettere fino a otto dispositivi.

Volkswagen Touareg: come va


I vantaggi legati all’adozione del nuovo pianale modulare MLB si fanno sentire su strada per una buona impostazione dinamica che limita il rollio ed ottiene un comportamento sempre neutro e prevedibile. Una grossa mano la danno le nuove sospensioni pneumatiche con ammortizzatori a controllo elettronico con compensazione del rollio (in opzione a 3.000 euro),  ed il sistema delle ruote posteriori sterzanti (sempre in opzione a 3.000 euro), al debutto sulla Touareg. Quest’ultimo oltre a far muovere agilmente l’auto in città, le consente di avere lo stesso angolo di sterzata della Golf: 11,2 metri. Pur rimanendo un’auto votata aI comfort ed alle lunghe distanze, il tiro del V6 Turbodiesel da 286 è vigoroso e la guida regala soddisfazioni anche tra i numerosi tornanti presenti sulle strade intorno a Salisburgo.

Merito anche del cambio ZF a otto rapporti che garantisce fluidità e rapidità nei rapporti, mentre ci sarebbe piaciuto uno sterzo un po’ più diretto. Ma la nuova Touareg non ha certo abbandonato le qualità da fuoristradista delle precedenti generazioni, forte della sua versatilità è in grado di superare pendenze del 60% e un’inclinazione laterale di 35° sia con sospensioni con molle in acciatio, sia con quelle pneumatiche. Con le quali è possibile far abbassare o alzare l’auto per superare ostacoli e guadi profondi fino a 570 mm, sfruttando anche il sistema di trazione integrale 4Motion. La Volkswagen Touareg 3.0 V6 TDI in allestimento Advanced, è proposta al prezzo di 76.500 euro.

Primo Contatto
8.5

Volkswagen Touareg: listino prezzi


Listino Prezzi Volkswagen Touareg by Blogo Motori on Scribd


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO