Cambio gomme estive: chi deve farlo e quando

Non è necessario precipitarsi subito dal gommista. Cosa dice la legge e quali gomme si devono cambiare

Cambio gomme estive

Puntuale come una cambiale, il 15 aprile termina, nella maggior parte delle strade italiane, il periodo in cui è obbligatorio montare gomme invernali o portare le catene a bordo. Quindi siamo arrivati al momento del cambio gomme estive. Però non è necessario precipitarsi subito dal gommista, anche perché in questi giorni saranno tutti intasati. Infatti è consentito un periodo di "interregno". Riepiloghiamo la faccenda, specificando quali sono le leggi in materia e quali multe si rischiano per le violazioni.

Il Codice della strada (potete consultarlo sul sito dell'ACI) prescrive all'articolo 6 che l'ente proprietario della strada può stabilire, fuori dai centri abitati, divieti e limitazioni alla circolazione in caso di situazioni meteorologiche pericolose. Questa modifica al Codice è stata varata nel 2010. Tuttavia, dopo un primo periodo di confusione, in cui ogni ente faceva un po' quello che gli pareva, il ministero dei Trasporti ha messo ordine alla situazione, varando una direttiva, la numero 1058 del 16 gennaio 2013, e una circolare, il 1049 del 17 gennaio 2014.

Nella direttiva del 2013 è stato stabilito un periodo uniforme per l'obbligo che impone l'uso di pneumatici invernali o catene; generalmente dal 15 novembre al 15 aprile ogni anno. Per conoscere eventuali differenze nelle date in specifiche strade, data la differenza climatica, è necessario consultare il sito web dell'ente proprietario. Nella maggior parte dei casi, la Provincia, l'Anas e il gestore autostradale, a volte la Regione.

La circolare del 2014 ha compiuto un ulteriore passo avanti, molto importante, per evitare le code dai gommisti. La legge prescrive che chi monta pneumatici invernali marcati M+S il cui codice di velocità è inferiore a quello riportato sulla carta di circolazione del proprio veicolo (comunque mai inferiore a Q, che può sopportare velocità massime fino a 160 Km/h) non può circolare al di fuori del periodo invernale indicato dagli enti proprietari delle strade. La circolare ha però chiarito che si puà ancora circolare senza rischiare multe per un mese prima e dopo quel periodo. In sintesi: chi usa gomme M+S con codice di velocità inferiore a quello indicato sulla carta di circolazione per quelle estive può circolare dal 15 ottobre al 15 maggio. Fuori da quel periodo le multe sono pesanti: da 422 a 1.695 euro e possibile ritiro della carta di circolazione.

Altro dettaglio molto importante. Nessuna legge vieta di circolare con le gomme invernali per tutto l'anno, se il loro codice di velocità è uguale o superiore a quello previsto per le gomme estive. Quindi non si rischiano multe. Tuttavia, circolare con le gomme invernali d'estate è altamente sconsigliabile, poiché le alte temperature le consumerebbero molto rapidamente.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 10 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO