Volkswagen al Salone di Ginevra 2018

Al Salone di Ginevra 2018 Volkswagen ha mostrato la sua visione sulla mobilità del futuro.

Al Salone di Ginevra 2018 Volkswagen guarda al futuro pianificando, come da tradizione, programmi e strategie del Gruppo durante la Media Night che precede l’inizio dell’evento. L’AD della Volkswagen, Matthias Muller, è stato il primo a prendere la parola, ribadendo la necessità del Gruppo di evolvere ed allargare il proprio business per affrontare le sfide della mobilità del futuro. Tutto all’insegna della Together Strategy 2025, con 34 miliardi di euro di investimenti e le 16 fabbriche di auto elettriche annunciate per il 2022.

Volkswagen ID Vizzion al Salone di Ginevra 2018


Tra i tanti modelli attuali portati da Volkswagen al Salone di Ginevra 2018, l’accento è stato naturalmente posto sul futuro la I.D. Vizzion, quarto tassello della gamma elettrica che si aggiunge alla compatta I.D., alla I.D. Buzz ed alla crossover I.D. Crozz. La Concept-car Vizzion, che condivide con le sorelle della famiglia ID la nuova piattaforma modulare MEB, è una berlina lunga 5,11 metri dall’impostazione aggressiva, con il taglio sottile dei gruppi ottici a Led e le linee filanti della carrozzeria. Le fiancate sono caratterizzate, come spesso capita nei concept più futuristici, dall’apertura delle portiere ad armadio. Vanta due motori elettrici per una potenza combinata di 225 KW (305 CV), con un’autonomia di circa 665 Km offerta dalle batterie agli ioni di litio da 111 kWh. La ID Vizzion raggiunge i 180 Km/h di velocità massima. Si smarca dal resto della gamma ID per la totale automazione del sistema di guida e l’assenza di elementi fisici come volante e pedaliera, sostituiti da un’interfaccia per i comandi vocali e gestuali che poggia su un sistema di intelligenza artificiale. Sulla Volkswagen ID Vizzion il guidatore sarà infatti totalmente libero di dedicarsi a ciò che vuole durante la fase di tragitto a zero emissioni.

La mobilità del futuro secondo Volkswagen è fatta anche di mezzi a due ruote ecologici e facilmente trasportabili come Cityskater e Streetmate. Il primo è un monopattino con due ruote posteriori ed una anteriore, dotato di un motore da 450 Watt di potenza che gli permette di raggiungere i 20 Km/h con 15 di autonomia. E’ lungo 1.170 mm, pesa 11,9 kg ed è ripiegabile.

Streetmate è invece un concept di scooter del futuro, raggiunge i 45 km/h di velocità massima per un’autonomia di 35 km garantiti dalla batteria agli ioni di litio di 1,3 kWh. A seconda dell’omolagzione, si può guidare sia seduti che in piedi. Completano il quadro freni a disco con ABS ed un display da 5,3 pollici per gestire le funzioni principali.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 11 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO