Baic venderà solo auto elettriche in Cina entro il 2025

Il produttore cinese Baic ha annunciato che, entro il 2025, non venderà più auto a combustibili fossili sul mercato cinese.


baic auto elettriche


Baic International Corporation, colosso cinese che produce automobili, camion, autobus e veicoli elettrici, e ha persino una divisione di prodotti per l'agricoltura, ha annunciato che a partire dal 2025 non venderà più auto a motore tradizionale sul territorio cinese. Solo motorizzazioni elettriche.

"Il nostro obiettivo è: diventare primi a Pechino nel 2020 per poi fermare la nostra gamma di auto con motorizzazione tradizionale e interrompere completamente la produzione e vendita di auto BAIC alimentate da combustibili fossili entro il 2025 in Cina", queste le parole pronunciate dal presidente di Baic Xu Heyi.

Xu Heyi, nell'ultimo periodo, è assurto agli onori della cronaca per la sua dichiarazione che, già nel 2018, in Cina si produrranno almeno 1 milione di auto elettriche, che saliranno a 3 milioni nel 2020.

La cosa è interessante, a parte per le dimensioni del mercato cinese, per il fatto che Baic Group è di proprietà dello Stato e, tra l'altro, è il maggior produttore cinese di automobili. Dal 2009 Baic ha una divisione, la Baic New Energy Vehicle, che produce solo auto elettriche.


Di fatto Baic è già tra i più grandi produttori di veicoli elettrici al mondo, con 66 mila veicoli venduti da gennaio a ottobre 2017. La sola Baic EC-Series ha venduto 49 mila esemplari. Per fare un raffronto, nello stesso periodo, la Renault Zoe ha venduto 26 mila esemplari.

Prima di Baic, già Changan Automobile aveva annunciato lo stop alle motorizzazioni tradizionali e investimenti per 15 miliardi di dollari in direzione dell'elettrico.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail