Blocca l'ambulanza per 30 minuti: rischia denuncia penale

E' successo a Como: un giovane ha parcheggiato l'auto davanti l'uscita delle ambulanze della Croce Azzurra.


ambulanza bloccata


Un giovane automobilista di Como rischia la denuncia penale per il reato di interruzione di pubblico servizio per un incivilissimo parcheggio in sosta vietata. L'auto, infatti, è stata lasciata esattamente davanti il cancello di entrata ed uscita delle ambulanze della Croce Azzurra di via Colonna a Como.

Lo riporta QuiComo, aggiungendo anche alcuni dettagli. Il fatto è successo sabato alle 12.15, quando un'ambulanza non può uscire dalla sede della Croce Azzurra per un intervento urgente: una donna si era sentita male e andava soccorsa. L'auto, una Volkswagen Golf nera, è stata parcheggiata e lasciata senza nessuno a bordo esattamente davanti al cancello e non c'è modo di passare.

I volontari della Croce Azzurra cercano il proprietario della Golf ma, non trovando nessuno per mezz'ora, chiamano la Polizia Municipale che invia gli agenti. Nel frattempo, non potendo intervenire la Croce Azzurra, l'intervento di soccorso viene girato alla Croce Rossa.


I vigili urbani arrivano contemporaneamente al proprietario della Volkswagen che, per giustificare l'assurdo comportamento, afferma di aver accompagnato la madre in un ambulatorio medico della zona e di aver dovuto parcheggiare davanti al cancello della Croce Azzurra perché non trovava posto altrove.

La sosta selvaggia, e irresponsabile, al momento è costata poco all'automobilista: 41 euro di multa e 86 euro di carroattrezzi, che era già stato chiamato quando il giovane è tornato a togliere l'auto da davanti al cancello delle ambulanze. Tuttavia, ci potrebbero essere conseguenze ben più gravi per lui.

Di fatto ha impedito all'ambulanza di andare a soccorrere una paziente, quindi potrebbe scattare la denuncia per interruzione di pubblico servizio. Si tratta di un reato penale (Art. 340 del codice penale) che prevede fino a 1 anno di reclusione. Spetterà alla Polizia Municipale di Como approfondire i motivi di questo comportamento e notificare, se verrà ritenuto opportuno, l'eventuale denuncia.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 42 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO