Seat Ibiza 1.6 TDI: primo contatto a Barcellona

A maggio ha debuttato la quinta generazione di Seat Ibiza: siamo tornati a Barcellona per provare le versioni diesel, ora disponibili nei concessionari.

Dopo il primo contatto avuto in occasione del lancio della quinta generazione, siamo tornati sulle strade attorno a Barcellona per provare le versioni diesel della nuova Seat Ibiza, nei primi mesi disponibile solo con i motori a benzina.

Il vuoto viene colmato con il 1.6 TDI declinato in tre step di potenza, già disponibile nelle due varianti da 80 cv e 95 cv con cambio manuale a 5 marce, con prezzi rispettivamente fissati a 16.700 euro e 18.400 euro. Da gennaio arriverà la versione da 115 cv con trasmissione manuale a sei rapporti e sarà disponibile anche il cambio automatico DSG, solo in abbinamento all'unità da 95 cv.

Innesti strategicamente importanti per la Seat Ibiza, che con l'adozione della piattaforma MQB A0 intende proporsi anche come prima auto per le giovani famiglie, ma non solo. La 1.6 TDI provata in Catalogna ha infatti tutte le carte in regola per attirare una clientela eterogenea, proveniente anche dai segmenti superiori.

L'arrivo della gamma a gasolio coincide peraltro con un momento magico per Seat, con 395.100 unità vendute nei primi dieci mesi del 2017 che valgono un 14,4% di crescita rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. La crescita riguarda anche l'Italia dove, in controtendenza rispetto ai principali mercati europei, i diesel non hanno accusato flessioni nel 2016.

Com'è fatta


Abbiamo avuto modo di provare le due versioni più potenti, quella da 95 e quella da 115 Cv, del nuovo 1.6 TDI prodotto da Wolfsburg. Si tratta di uno dei motori recentemente adeguati alle normative Euro 6, dotati di sistema SCR (selective catalytic reduction) di seconda generazione, per ottenere una migliore efficienza, ridurre e trasformare le particelle di NOx in elementi innocui per l'ambiente. Il lavoro del catalizzatore viene agevolato anche dall’aggiunta dell’additivo AdBlue con serbatoio dedicato.

L'abitacolo, come abbiamo avuto modo di scoprire nel test drive dello scorso maggio, offre maggior spazio grazie anche all'incremento del passo a 2.564 mm. Il pozzetto ospita un vano per la ricarica wireless gli smartphone, con le prese USB e Aux facili da raggiungere in ogni momento. Nel 2018, la strumentazione digitale già vista su Audi e Volkswagen di ultima generazione, prenderà il posto di quella analogica.

Come va


Il 1.6 TDI da 95 cv a mio avviso è quello apparso più adeguato al tipo di auto. Ha un comportamento classico da diesel, con una erogazione lineare della spinta che parte dal basso fino ad allungare oltre i 3.500 giri, con un tiro buono già dai 1.800 rpm. Favorisce una guida rilassata abbinata ad una buona insonorizzazione dell'abitacolo, con consumi indicati pari 3,8 l/100 km.

Da gennaio sarà possibile l'abbinamento con il cambio DSG a sette rapporti, disponibile solo con questa motorizzazione da 95 Cv, ad esaltare ulteriormente il comfort di marcia dovuto anche da un buon assetto e una buona direzionalità dello sterzo. I dati restanti indicano emissioni pari 99 g/km di CO2 e lo sprint o-100 km/h coperto in 11,3 secondi.

Rispetto al 95 CV il 1.6 TDI in allestimento sportivo FR da 115 CV entra in azione un po' più in alto ma lo fa con vigore a partire dai 2.000 giri, con un ottima spinta fino a 4.000, anche se per sfruttarlo appieno bisogna farlo lavorare in alto penalizzando rumorosità e consumi, che indicavano sul computer di bordo i 6 l/100 km. I consumi  dichiarati per 3,8 l/100 km sono un target che è possibile centrare con una guida attenta ma che non consente di sfruttare la coppia a dovere. Soprattutto in questo la Ibiza 1.6 TDI da 95 cv mi è piaciuta di più.


Seat Ibiza 1.6 TDI - Scheda Tecnica


SEAT Ibiza Diesel Scheda Tecnica by Blogo Motori on Scribd


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail