Taxi condivisi: Lyft sbarca a Toronto, Canada

La compagnia di taxi condivisi, principale rivale di Uber, oltrepassa il confine degli Stati Uniti e annuncia il servizio a Toronto, in Canada.


Taxi condivisi, Lyft sbarca a Toronto, Canada


Con un post sul suo blog ufficiale la compagnia di taxi condivisi prenotabili via app sullo smartphone Lyft ha annunciato l'inizio del servizio anche a Toronto, in Canada. Lyft, a questo punto, non è più attiva sul solo mercato statunitense.

"I nostri passaporti sono pronti e stiamo attraversando il confine - si legge nel blog di Lyft - Prima che tu te ne accorga, Lyft arriverà da te a Toronto. Ci siamo guardati intorno per un po' prima di far diventare internazionale il nostro brand di ridesharing, e siamo super eccitati di condividere ciò con i nostri amici a nord".


Lyft si allarga, quindi, come conseguenza delle ultime tornate di raccolta fondi che hanno visto l'interessamento di giganti dell'economia mondiale del calibro di Google-Alphabet. Iniezioni di capitale in una società ancora lontana dal pareggio di bilancio (come lo è anche Uber, d'altronde) ma che cresce a ritmi vertiginosi.

E, come Uber, anche Lyft sta investendo centinaia di milioni di dollari nei settori più tecnologici e all'avanguardia del trasporto privato. Un esempio su tutti: i taxi a guida autonoma. E' di fine settembre l'accordo di collaborazione su queste tecnologie tra Lyft e Ford. Di maggio l'accordo sulla guida autonoma con Google.

A Toronto opera già Uber, e ciò rende la città canadese il primo campo di battaglia internazionale tra Uber e Lyft dal quale potrebbe uscire un primo, parziale, vincitore.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO