Sasso contro un'auto: donna muore per choc nel Milanese

Un pezzo di calcestruzzo è stato lanciato da un terrapieno contro un'auto in corsa. Colta da choc, una donna è morta sul posto pochi minuti dopo.

parabrezza-sfondato.jpg

Sono passati più di vent'anni da quando la "banda della Cavallosa", nell'Alessandrino, causò la morte di una donna originaria di Civitanova Marche lanciando dal cavalcavia un sasso contro l'auto sulla quale viaggiava. Della vicenda se ne occuparono tutti i media ed i quattro giovani autori furono condannati per omicidio volontario a 26 anni di carcere.

Una pena esemplare, che a quanto pare ha completamente esaurito il suo effetto deterrente a distanza di 20 anni, come ci racconta il corriere.it. Nella serata di ieri una donna è infatti morta per lo choc causato dal lancio di un pezzo di calcestruzzo, di 1,2 chili, che ha centrato il parabrezza dell'auto su cui viaggiava con altre 4 persone.

Il lancio è avvenuto nella serata di ieri da un terrapieno alto circa 5 metri, sulla corsia opposta della strada provinciale 121 nel territorio di Cassano d’Adda nel Milanese.

Nessuna delle 5 persone che viaggiavano sull'Opel Astra centrata dal sasso ha riportato ferite, ma la donna, di 62 anni, è stata colta da choc ed è morta pochi minuti dopo sul posto a causa di un infarto. Sul caso stanno indagando i carabinieri.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO