Auto elettriche e ibride plug-in: in USA a rischio gli incentivi

Una proposta del Partito Repubblicano prevede l'abolizione del Tax Credit per le auto elettriche e ibride plug-in in tutto il territorio USA.


stazione-ricarica-auto-elettriche.jpg


L'incentivo federale alle auto elettriche negli Stati Uniti, introdotto nel 2010 dal Presidente Obama sotto forma di credito fiscale (Tax Credit) fino a 7.500 dollari, è oggi a rischio. I Repubblicani, infatti, vogliono farlo sparire con una proposta di legge presentata pochi giorni fa alla Camera dei Rappresentanti.

L'attuale incentivo è erogato con fondi federali e prevede che l'acquirente di un veicolo elettrico o ibrido plug-in possa detrarre dalle tasse una somma compresa tra i 2.500 e i 7.500 dollari, per ogni singola auto acquistata. C'è, però, un limite di 200 mila veicoli incentivabili prodotti da ogni singolo costruttore, oltre i quali chi acquista auto di quel produttore non può più ricevere il Tax Credit. Questa soglia, al momento, non è stata ancora raggiunta da nessun costruttore di auto elettriche o ibride plug-in.

Ovviamente l'incentivo ha un costo, che grava interamente sul bilancio pubblico federale degli Stati Uniti, ma è proprio sulla base del Tax Credit che molti Stati americani hanno costruito le loro politiche di graduale abbandono delle auto con motore a combustione tradizionale. Politiche che, qualora il Tax Credit dovesse essere eliminato, sarebbero messe fortemente a rischio perché resterebbero in vigore solo eventuali incentivi erogati dai singoli Stati.

General Motors ha diffuso una nota (riportata da Forbes) in cui dichiara di sperare che il Congresso faccia un passo indietro: "I Tax Credit sono un beneficio importante per il consumatore, che può accelerare l'accettazione dei veicoli elettrici. Poiché General Motors crede in un futuro con veicoli 100% elettrici, lavoreremo insieme al Congresso per mantenere questi incentivi".

Ovviamente l'abolizione degli incentivi colpirebbe tutti i produttori e non solo GM: tra i maggiori venditori di auto elettriche in USA ci sono anche Nissan, Chevrolet e Tesla.

Questa proposta arriva proprio nel momento sbagliato, secondo molti analisti, perché attualmente quasi tutti i produttori di auto si sono buttati a capo fitto nella progettazione di nuovi modelli elettrici. Secondo Boston Consulting Group, entro il 2030, auto elettriche e ibride rappresenteranno almeno il 50% del mercato.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO