Tesla Model S: tutti i difetti costruttivi in un video

Un acquirente pubblica un video con tutti i difetti della sua Tesla Model S. In 4 giorni fa 45 mila visualizzazioni.



Che le auto elettriche di Tesla abbiano qualche difetto costruttivo è ormai voce che gira da parecchio. Sui forum e i social network non è affatto difficile trovare acquirenti che si lamentano della scarsa qualità degli accoppiamenti della carrozzeria, di inspiegabili rumori e di altri difetti piccoli e grandi.

Un acquirente di una Tesla Model S ha voluto aggiungere una testimonianza importante e utile pubblicando su YouTube il video che vedete in questo post. Un video non facile da guardare per intero per chiunque sia interessato a comprare una Tesla, a causa della sua lunghezza, ma difficile da guardare anche per Tesla stessa, per i suoi contenuti.

Nel video, infatti, oltre ai difetti di fabbrica della Model S vengono dettagliatamente raccontati anche alcuni comportamenti del servizio assistenza Tesla non proprio corretti. Uno su tutti: nelle fatture relative agli interventi, molto spesso, non vengono citate alcune operazioni eseguite per risolvere il problema di turno. E, casualmente, dopo pochi giorni il problema torna.

La Tesla Model S in questione è stata consegnata all'acquirente il 17 dicembre 2016 e ha mostrato qualche problema sin da subito. In meno di un anno è passata per il service sei volte: la prima volta è stato l'acquirente a portarla in officina, le altre sono venuti i tecnici a casa. Il proprietario dell'auto afferma che questa è una fortuna, perché i centri assistenza di Tesla sono ancora molto pochi negli Stati Uniti.

Chiariamo subito che, nel caso di questa Tesla, non c'è mai stato nessun problema al motore elettrico, alle batterie o di autonomia e percorrenza e che l'acquirente ribadisce di essere assolutamente soddisfatto dell'esperienza di guida di questa auto elettrica Model S. Tutti i problemi riscontrati hanno a che fare o con la carrozzeria o con alcune componenti motorizzate, come gli specchietti.


Per chi non avesse la pazienza di guardare tutto il video, abbiamo riassunto le tappe di questa odissea elencando tutti i problemi riscontrati in occasione di ogni service:

Auto consegnata il 17 dicembre 2016 con piccoli difetti di carrozzeria (portiera posteriore) e nella tinta.

Primo service, 14 marzo 2017 (4.690 km): specchietto retrovisore lato guida che non si apre del tutto, cromatura dello sportello posteriore lato passeggero non allineata, portiera posteriore che si apre in ritardo, rumori provenienti dallo sportello posteriore, scricchiolio allo sportello anteriore lato passeggero, sterzo non allineato, graffi al parabrezza.

Secondo service, 11 aprile 2017 (5.822 km): ancora rumori, sostituzione parabrezza, difetti al finestrino lato passeggero.

Terzo service, 24 aprile 2017 (6.662 km): bolla sul parabrezza (quello sostituito), pannello interno della portiera che si stacca, rumori, cromatura non allineata (giudicata all'interno delle specifiche, non risolta), lo stesso pannello che cade di nuovo pochi giorni dopo la riparazione.

Quarto service, 23 maggio 2017 (8.236 km): ancora rumori, ancora pannello che si stacca, sostituzione parabrezza, aggiunte clip al pannello porta, una plastica dello specchietto retrovisore centrale che si stacca, lo sportellino della ricarica che non si apre bene, display centrale touch screen scolorito.

Quinto service, 11 settembre 2017 (13.670 km): sterzo non allineato, rumori, problemi al touch screen, sportellino della ricarica non correttamente allineato, di nuovo specchietto lato guida che non si apre fino in fondo, sostituzione del display, cigolii dal sistema di climatizzazione.

Sesto service, 4 ottobre 2017 (14.233 km): touch screen scolorito (sostituito), allineamento sterzo, rumori dalla consolle centrale (aggiunte clip di fissaggio), rumori dalle portiere posteriori, di nuovo rumori dall'aria condizionata, cromatura del display non allineata.

Non possiamo sapere se questa Tesla Model S sia un esemplare molto sfortunato, ma il suo acquirente già dopo il quarto service ha cominciato a pensare che, se sta messa così dopo neanche 20 mila chilometri, la tenuta a lungo termine degli allestimenti interni potrebbe riservare brutte sorprese.

Lo stesso acquirente, dopo aver ribadito che guidare una Tesla è un piacere, giustamente si chiede se Tesla sia pronta per la produzione di massa, che l'azienda prevede per la Model 3. E se lo chiederanno anche molte altre persone, dato che questo video ha raggiunto le 45 mila visualizzazioni in appena 4 giorni.

  • shares
  • +1
  • Mail