Nissan testa auto completamente autonoma a Tokyo

Il produttore giapponese ha messo in strada, a Tokyo, una Infiniti Q50 a guida completamente autonoma con sistema ProPilot.



Auto a guida autonoma anche in Giappone: sulle strade di Tokyo, infatti, Nissan ha testato un prototipo di veicolo a guida completamente autonoma. Il test è riuscito e il lancio sul mercato della prima auto che si guida da sola di Nissan è previsto per il 2020.

L'automobile driverless testata a Tokyo da Nissan era una Infiniti Q50 con tecnologia ProPilot di ultima generazione e una gran quantità di sensori: 12 sonar, 12 telecamere, 9 radar a onde millimetriche, 6 scanner laser, ai quali va aggiunta una mappa ad alta definizione per gestire in tempo reale scenari di traffico anche complessi, come gli incroci cittadini di Tokyo.

"L'ingegno è alla base di tutto ciò che facciamo in Nissan - ha affermato Takao Asami, Senior Vice President Research and Advanced Engeneering di Nissan - Il sistema ProPILOT di nuova generazione anticipa una tecnologia che sarà disponibile a partire dal 2020. La dimostrazione odierna è un altro esempio del nostro impegno per creare tecnologie di guida autonoma accessibili a tutti".


Sistema ProPilot che, insieme all'hardware montato a bordo della Infiniti, grazie ai recenti aggiornamenti riesce a gestire gli ostacoli presenti in strada utilizzando uno stile di guida simile a quello di un guidatore umano, per mantenere alto il comfort del guidatore-passeggero durante il tragitto di viaggio. Una versione meno evoluta e sperimentale del sistema ProPilot è già presente a bordo di Nissan Leaf, l'auto elettrica a zero emissioni della casa giapponese. Ma anche a bordo della nuova Serena e-Power, di X-Trail, Rogue e, a partire dal 2018, anche a bordo del crossover Nissan Qashqai.

  • shares
  • +1
  • Mail