Guida autonoma, la strada vista da un computer

In un video di appena 16 secondi si vede la enorme quantità di informazioni che il computer di una auto a guida autonoma deve processare.



Guidare nel traffico è uno stress. Lo è per tutti, persino per i computer. All'alba dell'epoca delle auto a guida autonoma, infatti, è ora di iniziare a guardare la strada con gli occhi (o meglio, i sensori) di un computer per l'intelligenza artificiale dei veicoli. Ma come vede la strada il groviglio di chip costosissimi che compone l'AI delle automobili driverless?

Ce lo mostra in un video Mobileye, compagnia israeliana specializzata nella guida autonoma recentemente comprata a caro prezzo da Intel. Il video è brevissimo: appena 16 secondi. Ma tanti ne bastano per farsi una idea di quante informazioni debba processare in pochissimo tempo l'elettronica di una auto a guida autonoma affinché tutto proceda liscio, senza intoppi e senza incidenti.

Una scena per noi quotidiana, la marcia nel traffico cittadino con pedoni che attraversano e altri veicoli da affiancare e superare, che per un chip altro non è che una gigantesca mole di dati.

Nel video si vede il percorso che l'auto deve fare, con lo spazio libero tracciato in verde, e tutti i "bersagli" da evitare, evidenziati da rettangoli. Aggiungete la segnaletica stradale e le normali regole della precedenza stabilite dal codice della strada e capirete in fretta di quanto sia stressante fare questo lavoro.

Dal video si intuisce che questo test sia stato fatto in una ordinata città francese. Probabilmente lo stesso test, fatto in una trafficatissima e ben meno ordinata città italiana, sarebbe stato parecchio più complesso.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 11 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO