Autovelox fisso: multa nulla senza aree di sosta

La multa con l’autovelox fisso è nulla se la strada è senza aree di sosta.

autovelox polizia stradale

La multa con l’autovelox fisso è nulla se la strada è senza aree di sosta. A dirlo è il Tribunale di Firenze che ricalca una precedente sentenza della Cassazione, quella n. 12231/2016 del 14 giugno del 2016.

Come ci ricorda il sito laleggepertutti.it, sulle strade urbane di scorrimento è possibile attivare autovelox fissi in modalità automatica senza la presenza degli agenti a condizione però che: ci sia l’autorizzazione del Prefetto; la strada deve presentare almeno due carreggiate indipendenti o separate da uno spartitraffico, ciascuna con almeno due corsie di marcia ed eventualmente una corsia supplementare riservata ai mezzi pubblici; la strada deve avere semafori a tutti gli incroci; la strada deve avere aree per la sosta di emergenza dei veicoli. Queste aree devono necessariamente essere esterne alla carreggiata, le cosiddette banchine.

Quindi è possibile attivare il controllo elettronico della velocità nei centri abitati solo sulle strade urbane di scorrimento. Ma se la strada in questione è priva delle aree di sosta essa stessa non può essere qualificata come “strada urbana di scorrimento” e quindi l’eventuale multa con l’autovelox è da considerarsi nulla.

E’ sempre il sito di informazione e consulenza legale a ricordarci come la legge del 2002 permette l’uso degli autovelox fissi ed automatici solo su determinati tipi di strade. In particolare, per strade classificate come extraurbane secondarie e urbane di scorrimento è necessaria anche l’autorizzazione del Prefetto. Inoltre, in città questo nulla osta può essere rilasciato solo in riferimento alle strade con almeno due corsie per senso di marcia e carreggiate indipendenti.

Anche se il Codice Stradale non è chiaro sulle dimensioni minime della banchina, secondo il Tribunale di Firenze l’assimilazione tra la corsia di emergenza autostradale e la banchina è assodata. Quindi, se la banchina laterale presente nel tratto di strada in questione non è adatto alla sosta di emergenza dei veicoli, la strada incriminata non può essere sottoposta al controllo automatico della velocità tramite autovelox.

La sentenza ricorda come, secondo l'articolo 3 del Codice della Strada, la banchina

“è la parte della strada compresa tra il margine della carreggiata ed il più vicino tra i seguenti elementi longitudinali: marciapiede, spartitraffico, arginello, ciglio interno della cunetta, ciglio superiore della scarpata nei rilevati”.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 143 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO