Mercedes Night al Salone di Francoforte 2017 Live

Arriva l'annuncio che dal 2019 le Smart saranno solo elettriche e debutta la Mercedes-Amg Project ONE, ibrida da 1.000 cv

Inizia con i fuochi d'artificio il Salone di Francoforte per Mercedes. Dal palco dello stand permanente che la casa di Stoccarda possiede all'interno della zona fieristica di Messe, il numero uno dell'azienda Dieter Zetsche annuncia in un colpo solo i due estremi di una rivoluzione: dal 2019 Smart avrà in gamma solo versioni elettriche, dunque abbandonando i propulsori a benzina, e poi ancora spazio sotto riflettori alla Mercedes-Amg Project ONE , Hyper car ibrida con oltre 1.000 cv di potenza e derivata direttamente dalla F1. Elettrificazione ed evoluzione, questo il senso della Mercedes Media Night 2017.

Il primo salto in avanti è per Smart, cittadina per eccellenza e per questo scelta come candidata ideale ad affrontare per prima un cambiamento epocale per un marchio che ha poggiato la sua diffusione sulle motorizzazioni tradizionali. Smart Vision ForTwo Concept presentata qui a Francoforte non è solo la piattaforma di servizi che rappresentano l'evoluzione del car sharing verso soluzioni a guida autonoma, ma soprattutto è il passaporto per un nuovo marchio Smart con un listino esclusivamente elettrico entro il 2019. La versione destinata a Car2go non si discosterà insomma troppo dalla vettura in vendita. Zetsche poi è andato oltre , annunciando che "Entro il 2022 tutta la gamma Mercedes-Benz sarà disponibile in versione elettrificata, così da offrire il massimo della scelta alla clientela".

Elettrificazione naturalmente è un termine che si sposa tanto a vetture a batteria che a trazione ibrida. Dunque nessuna contraddizione al cambio di scena, con l'arrivo di un Lewis Hamilton alla guida della nuova  Mercedes-Amg Project ONE, massima evoluzione del concetto di doppia motorizzazione, cioè quella derivata dallo schema tecnico della F1. Lewis, che ha partecipato allo sviluppo della macchina è entusiasta, "Questa è storia, nessuno ha mai fatto qualcosa di simile prima". Curatissima la parte aerodinamica ispirata alle vetture di categoria LMP1 nella 24 Ore di Le Mans, rispetto alle quali viene mantenuta la pinna centrale e la presa d'aria a torre , ma manca la classica ala posteriore fissa.

Gli interni sono un mix tra sportività estrema e tecnologia, con sedili racing e rivestimenti in carbonio affiancati da un volante in stile F1 con manettini per accedere ai setting e una coppia di monitor digitali , con il primo in funzione di strumentazione classica e il secondo destinato a visualizzare il traffico dei flussi di energia. Un elemento determinante per una vettura che nelle intenzioni di Mercedes rappresenta la massima espressione dell'ibrido. La Project ONE monta infatti una "power unit" strettamente imparentata con quella montata sulle monoposto di Hamilton e Bottas, ovvero un motore V6 turbo a benzina di 1,6 litri, ma dispone anche della trazione integrale grazie all'adozione di quattro propulsori elettrici: tre da 120 kW, due dei quali installati in corrispondenza delle ruote anteriori, il terzo in tandem con l'asse posteriore e il quarto è un turbo elettrico da 90 kW. Nel complesso la potenza è pari a 1.000 Cv , ma impressionano soprattutto le prestazioni, con velocità massima dichiarata di 350 km/h, accelerazione da 0 a 200 km/h in 6 secondi. Non ancora ufficializzato il prezzo, anche per motivi di discrezione: la vettura a tiratura è a tiratura limitata e già ampiamente aggiudicata.

 

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO