Francia: la multa arriva dal drone

Il drone è entrato attualmente in funzione sulle strade nei dintorni di Bordeaux, dopo i test effettuati nella scorsa estate

Drone strada Francia

Dopo autovelox, tutor e telelaser, arriva un nuovo strumento nelle mani delle forze dell’ordine, per rilevare le infrazioni degli automobilisti: il drone. E’ quanto sta accadendo in Francia, nella zona di Bordeaux, dove la CRS Autoroutiers d'Aquitaine ha deciso appunto di utilizzare questo strumento per verificare il comportamento sulle strade e, in caso di necessità, emettere la multa.

Come riportato da Le Figaro, il drone misura circa 45 centimetri di diametro e si alza fino a 30 metri da terra, venendo controllato da un pilota specializzato su alcuni punti dell’autostrada A10, nei pressi di Bordeaux. Le pattuglie della polizia sono posizionate nelle vicinanze dell’apparecchio e ricevono le immagini panoramiche in tempo reale ed in alta definizione dal drone, potendo così verificare eventuali infrazioni, difficilmente riscontrabili con gli altri strumenti. Dal mancato rispetto della distanza di sicurezza, al sorpasso a destra. Così, dopo i primi test della scorsa estate, ora è entrato in funzione sulle strade del distretto girondino.

Mentre in Francia i droni sono già utilizzati anche da alcune autostrade, per fornire le informazioni sulla situazione del traffico, per ora, gli automobilisti italiani possono stare tranquilli: non sono stati avvistati droni sulle nostre strade. Tra l’altro, per le nostre leggi, sarebbero obbligatori cartelli appositi per segnalarne la presenza, come già accade con autovelox e tutor. Non è però da escludere, possa diventare una nuova frontiera dei controlli delle infrazioni sulle strade.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 71 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO