Mini Cooper S E Countryman All4: prima prova dell'ibrida

La prima ibrida Mini testata tra Milano ed il lago di Como: la prova su strada ed il listino della Mini Cooper S E Countryman All4

Lo scorso anno è stato da record per Mini e la prima parte del 2017 sta confermando i risultati molto positivi. Ora, l’iconico marchio britannico, entra in una nuova era, quella dell’ibrido, con l’arrivo sul mercato della Mini Cooper S E Countryman All4. E’ il primo modello con propulsore ibrido plug-in e potrebbe essere il preludio, tra qualche anno, ad una vettura 100% elettrica. Ma per lo zero emissioni se ne parlerà nel futuro, mentre il presente è questa ‘premiere’ Hybrid.

La casa ha scelto Milano come sede della presentazione europea, una decisione legata alla voglia di cambiare mostrata dal capoluogo lombardo negli ultimi anni, diventando sempre più una città in stile europeo. Dove, tra l’altro, ha fatto il suo debutto in Italia Drive Now. Almeno per ora, la Mini ibrida non sarà tra le proposte del car sharing BMW, ma dovrà essere acquistata dai clienti: il modello è già disponibile nelle concessionarie, con un listino prezzi a partire da 38.050 euro.

VOTO 8 Primo contatto

Rispetto al modello classico, la Mini Cooper S E Countryman All4 si può riconoscere all’esterno dallo sportellino per la ricarica elettrica, la targhetta specifica ‘e’ sui Side Scuttle ed una S gialla sulla calandra, sui battitacco e sulla coda. Il colore giallo si ritrova anche all’interno dell’abitacolo, nell’interruttore per accendere e spegnere l’auto, mentre nel cruscotto troviamo il display per visualizzare lo stato di carica della batteria e per le informazioni sulla modalità di guida.

Detto di alcuni dettagli, ora è tempo di salire a bordo e di mettere alla prova la prima Mini ibrida. La posizione di guida si trova facilmente ed è comoda, con una seduta avvolgente ed un volante morbido al tatto. Accendo il motore e quasi non mi accorgo di aver messo in moto la vettura, visto che parte in modalità elettrica e non si sente il classico sound da accensione. Un silenzio che mi accompagna per tutta la prima parte del tragitto, quando sono immerso nel traffico per uscire da Milano: con la modalità Auto eDrive, infatti, la Mini ibrida viaggia in modalità solo elettrica sino ad 80 km/h, fino a quando la carica della batteria non scende sotto il 7%.

Il motore elettrico da 88 CV e 165 Nm si mostra brillante ed un ottimo compagno di viaggio, con anche un più che discreto spunto, quando serve attraversare un incrocio o una rotatoria. Uscito dalla città, nella strada che porta verso il Lago di Como, si aumenta la velocità ed entra in funzione anche il motore termico 1.5 turbo benzina tre cilindri da 136 CV e 220 Nm, portando così la potenza massima totale della vettura a 224 CV. Anche in questo caso, pur sentendo un po’ il motore, la Mini Cooper S E Countryman All4, accoppiata esclusivamente al cambio automatico a sei rapporti, resta silenziosa e la marcia diventa ancora più brillante.

Lo sterzo è preciso e pronto a rispondere alle sollecitazioni, quando affronto alcuni tornanti nel corso del tragitto verso il lago, mentre la frenata è un po’ brusca, probabilmente anche a causa dei 140 chilogrammi in più di questo modello, rispetto alla Mini classica, per inserire il sistema ibrido. Dopo un pranzo nello splendido panorama lacustre, il rientro verso Milano avviene per una via più breve, utilizzando un lungo tratto di autostrada: con la modalità Max eDrive si aumenta fino a 125 km/h l'andatura solo elettrica, così decido di testarla. Effettivamente continuo a viaggiare a zero emissioni (anche fino a 130 km/h, secondo il contachilometri), anche se ovviamente si riduce velocemente l’autonomia (42 km quella dichiarata).

Fatto qualche chilometro in autostrada in elettrico, provo anche la terza (ed ultima) modalità di guida, denominata Save Battery. Viene utilizzato praticamente solo il motore endotermico, riuscendo così a ricaricare in parte la batteria, attraverso il generatore del motorino di avviamento. Per la ricarica completa, invece, con una normale presa di corrente servono 3h15’, il tempo scende a 2h30’ con la Wallbox di carica, disponibile a richiesta, ad un costo di circa 1.000 euro. Per chiudere, la nuova Mini Cooper S E Countryman All4 è promossa al primo test, non perdendo quel classico stile Mini, pur nella modalità ibrida. Anche se, per una prova più completa, parlando anche di consumi, mi servirà attendere un test più completo e lungo.

Mini Cooper S E Countryman All4: listino prezzi

Nuova MINI Countryman 2017: listino prezzi by Blogo Motori on Scribd

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO