Woolf: il braccialetto segnala autovelox

Woolf è l'ultima novità tra i sistemi che rilevano la presenza di autovelox.

woolf_product.png

I sistemi segnala autovelox, legali e non, esistono da diversi anni. Col tempo si sono evoluti come gli occhi elettronici ai bordi delle strade, vero incubo degli automobilisti dal piede pesante. Woolf è l'ultimo arrivato nel settore: si tratta di un braccialetto sviluppato da un team tutto italiano, in grado di segnalare la presenza di autovelox, curve e punti sensibili sulla strada che si sta percorrendo, assicurando così una guida più sicura e senza distrazioni.

Legale al cento per cento, è realizzato in pelle di alta qualità, è resistente all’acqua, ed è possibile utilizzarlo comodamente anche se si indossano i guanti stretti da motociclista. Woolf infatti più che un sistema anti autovelox è un segnalatore di zone pericolose (dove sono spesso collocati gli autovelox) essendo in grado di far notare, attraverso una vibrazione, curve e punti sensibili sulla strada che si sta percorrendo. Il braccialetto funziona collegandosi in bluetooth con lo smartphone (iOS e Android) segnalando la presenza di un pericolo quando ci si trova a 150 metri di distanza, quindi se corrette e trovate una pattuglia munita di Trucam laser siete nei guai.

Attraverso delle vibrazioni che si intensificano sempre di più, mano mano che ci si avvicina all’autovelox o a una curva pericolosa, Woolf "consiglia", di mantenere la velocità corretta. Woolf sarà disponibile fra poco tempo: le prime spedizioni del prodotto sono infatti previste a partire dal mese di giugno 2017, al prezzo lancio di 99 euro anzichè 139 euro.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 70 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail