Tesla: tunnel sotterranei, ascensori e il futuro dei trasporti

Tunnel sotterranei, ascensori per auto, camion elettrici e nuove Gigafactory: Elon Musk stupisce tutti un'altra volta.

Quando ci si trova in coda nel traffico spesso si sogna di poter scavalcare tutti passandogli sopra. L'idea delle auto volanti non è di certo nuova e viene costantemente ripresa da concept e rumors. Un anticonformista come Elon Musk di certo non poteva andare nella stessa direzione degli altri, così ha ideato una soluzione alternativa. A lato della strada, nel suo concept di città ideale, sono presenti degli ascensori per auto che portano al di sotto del livello stradale le vetture facendole poi viaggiare a 200 all'ora in tunnel sotterranei saltando il traffico.

Questa è solo l'ultima idea di The Boring Company, l'azienda creata da Musk che già nel suo nome gioca sul doppio significato del termine Boring: vuol dire infatti sia noioso, sia trivellazione. Le trivelle di Musk potrebbero infatti servire anche per risolvere problemi del traffico: senza alcun intervento umano le Tesla del prossimo futuro potrebbero scegliere di scendere sotto le strade e immettersi nel flusso del "binario" ad alta velocità per saltare il traffico.

I test potrebbero già essere iniziati nella sede di SpaceX a Hawtorne, in California, ma per vedere un possibile impiego reale di queste tecnologie serviranno anni. Le difficoltà non saranno affatto poche tra quelle legislative e quelle strettamente legate all'effettiva realizzazione. Più vicine, in linea temporale, sono invece le altre due novità annunciate dal patron di Tesla.

Stiamo parlando dell'ampliamento delle Gigafactory e dell'arrivo di un nuovo veicolo elettrico, un camion per trasporto merci. Durante una conferenza tenutasi in Canada Musk ha infatti annunciato l'arrivo di una nuova motrice elettrica per camion. Secondo il fondatore di Tesla il nuovo camion elettrico avrà più coppia di qualsiasi camion diesel attualmente in commercio e si guiderà come un'auto sportiva.

Sempre nella stessa conferenza Elon Musk ha dichiarato che entro la fine di quest'anno Tesla sarà in grado di far viaggiare in maniera totalmente autonoma un'auto da Los Angeles a New York senza che il guidatore debba intervenire in alcuna situazione. L'obbiettivo è chiaramente quello di ampliare le funzioni dell'Autopilot: per questo entro ottobre tuttte le Tesla con Autopilot 2.0 costruite fino all'ottobre del 2016 saranno aggiornate con un sistema di frenata autonoma evoluta. Nelle scorse settimane l'AEB era stato aggiornato per funzionare fino a una velocità massima di 45 chilometri all'ora ma presto tale soglia sarà aumentata notevolmente, riportando il sistema di frenata autonoma agli standard degli scorsi mesi dove interveniva fino a 144 chilometri all'ora.

Oltre a tutto questo entro la fine dell'anno Elon Musk dovrebbe annunciare l'apertura di quattro nuove Gigafactory sparse per il Mondo. Il suo obbiettivo è quello di creare un centinaio di questi centri per poter fornire energia sostenibile a tutto il Mondo. Oltre alla già annunciata Gigafactory europea, Tesla potrebbe così approdare anche in Cina e in altre parti del Mondo. Tutto questo nonostante i lavori per la costruzione della prima Gigafactory non siano ancora terminati.

  • shares
  • +1
  • Mail