Mazda brevetta due nuove tecnologie Wankel

Presto Mazda potrebbe riportare in vita i motori rotativi ma saranno abbinati a nuovi sistemi ibridi.

Ormai se ne parla da molto tempo e anche noi, parlando direttamente con i vertici Mazda, vi avevamo preannunciato che presto sarebbero tornati sul mercato dei motori Wankel. Come già anticipatovi i motori rotativi non saranno utilizzati direttamente per la trazione come in passato ma verranno impiegati all'interno di nuovi sistemi ibridi. Nelle ultime ore alcune fonti americane hanno scovato delle nuove richieste di brevetto proprio per questo tipo di powertrain: ci stiamo dunque avvicinando al momento del debutto.

Sembra infatti che la casa di Hiroshima abbia sviluppato un sistema con motore rotativo posteriore sfruttato come generatore elettrico. A esso si abbineranno uno o più motori elettrici che daranno la trazione all'auto. Dal progetto sembra che sarà utilizzata una batteria agli ioni di litio e sarà presente un motore elettrico destinato a muovere le ruote anteriori.

Nel secondo brevetto sembra che Mazda abbia sviluppato un'inedita funzione Start & Stop per i motori Wankel. Esattamente come accade con i motori tradizionali, anche questo sistema sarà in grado di spegnere e far ripartire in maniera estremamente rapida il rotore, così da far risparmiare carburante quando il supporto endotermico non è necessario. Il sistema sarà però estremamente complesso vista l'assenza di valvole di scarico. Il rotore potrà fermarsi solo in una posizione precisa per non rischiare di far finire i gas di scarico all'interno dei collettori di aspirazione.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO