Guida autonoma: la California apre ai test senza operatore

Il Dipartimento dei Trasporti Californiano ha annunciato che presto sarà possibile testare i veicoli autonomi senza conducente anche su strade pubbliche.

guida autonoma

La California, il più grande mercato automobilistico degli Stati Uniti, nonché patria di grandi aziende come Alphabet-Google, Tesla e Uber, oggi concentrate come non mai sulla guida autonoma, prevede di consentire la sperimentazione su strade pubbliche di veicoli autonomi, senza conducente, entro la fine dell'anno.

Come riporta Reuters, il Dipartimento dei Trasporti Californiano (DMV) ha annunciato venerdì scorso di essere pronto a ricevere proposte pubbliche, per un periodo di 45 giorni, sul regolamento per i test senza conducente e l'uso pubblico di veicoli autonomi, che non saranno più tenuti ad avere controlli manuali convenzionali come volanti e pedali. Le attuali norme, per le aziende che hanno richiesto regolare licenza al DMV, impongono durante i test la presenza di un operatore a bordo, pronto ad intervenire, in caso di problemi, disinserendo il sistema e riprendendo i comandi manuali. Il DMV punta ad aggiornare la normativa consentendo la libera circolazione di veicoli autonomi, con un operatore che segue l’andamento del veicolo, non più a bordo dell’auto ma da remoto, pronto ad intervenire e a comunicare con i passeggeri quando serve.

La modifica dovrebbe inoltre contenere le linee guida per la successiva vendita e distribuzione di veicoli a guida autonoma in California. Questo dopo che diverse Case automobilistiche hanno dichiarato, nei giorni scorsi, di essere pronte ad iniziare la distribuzione dei veicoli autonomi, alcuni dei quali in flotte commerciali, dal 2020-2021.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO