iFoodies Award: BMW premia le eccellenze italiane

Agli iFoodies Award 2016 BMW premia le eccellenze italiane della app iFoodies. Successo per lo Speciale Milano.

iFoodies Award 2016 BMW

In occasione dell'iFoodies Award 2016, BMW ha premiato le realtà che hanno ottenuto un più elevato indice di gradimento sull'app iFoodies. L’app è stata lanciata nel 2013 con il supporto della casa bavarese con lo scopo di promuovere le piccole e medie imprese italiane contribuiscono alla ricchezza alimentare e culturale del nostro Paese. Un progetto che rispecchia la filosofia di BMW, da anni attenta alla sostenibilità della propria filiera produttiva e portavoce di un approccio innovativo alla mobilità come dimostra il car sharing DriveNow che si è recentemente arricchito delle BMW i3 elettriche. Nella grande sfida di sostenibilità a cui è chiamato il settore automotive, proprio le auto a zero emissioni rappresentano, infatti, il mezzo ideale per la scoperta del territorio e delle eccellenze italiane, un patrimonio enorme che il costruttore di Monaco di Baviera intende preservare e valorizzare.

I numeri sono incoraggianti: l’app iFoodies ha già superato i 100.000 download diventando una delle app più scaricate nel settore food. In tre anni le aziende agricole sono quasi raddoppiate, passando dalle 1.600 alle oltre 3.000 attuali: artigiani del buon cibo che producono e vendono direttamente al consumatore in linea con il concetto del “chilometro zero” di Slow Food. Per questo motivo durante l’iFoodies Award 2016 BMW ha deciso di premiare le aziende che ottenuto un più elevato riscontro attraverso le preferenze espresse da coloro che l'hanno scaricata, rispecchiando la filosofia dei "like" dei social network e senza l’ausilio di critici del settore o giurie ad hoc.

Al primo posto, con 1.132 like, si è piazzata l’azienda agricola biodinamica San Valentino di Coriano (RN) che produce vini bio e biodinamici locali ed in particolare il Sangiovese di Romagna. Con quasi 1.000 preferenze, precede la cooperativa agricola La Collina di Reggio Emilia che punta su una produzione biologica e biodinamica: una storia nata nel 1975 da un gruppo di 15 giovani della zona che hanno creduto nella possibilità di unire vita, lavoro e accoglienza del disagio. Terza piazza, con 891 like, per la società agricola La Chèvre heureuse di Saint Marcel (AO): una coppia, a 1400 metri di altitudine, offre robiole, tome stagionate di capra e caprini freschi. Quest’ultimo è un tipico caso, come ce ne sono tanti nell’app iFoodies, di un’azienda agricola che non fa comunicazione tradizionale o social e la sua pubblicità è solo un cartello presente lungo la strada: grazie a questa iniziativa, invece, riesce a godere di una buona visibilità.

Per lo Speciale Milano, lanciato in occasione di Expo 2015 e che conta oltre 300 “locali del cuore” divisi tra Mangiare e Bere, il locale che ha ricevuto maggiore apprezzamento dagli utenti è stato il Mag Café Milano: in prima linea ci sono Flavio Angiolillo e Marco Russo, che hanno lanciato anche lo speakeasy 1930 e Backdoor 43, il bar più piccolo al mondo. Al secondo posto Il Luogo di Aimo e Nadia, che nel quartiere Giambellino è ormai un’istituzione da oltre 50 anni. Terzo piazza per Erba Brusca che nasce come prosecuzione del glorioso locale milanese, l'Osteria del Tubetto, puntando su un proprio orto e su prodotti locali e stagionali.

Per il premio Extra iFoodies Award 2016, riconoscimento per la rivista Dispensa: un progetto nuovo e realizzato in maniera totalmente indipendente che punta su un format di contenuti e racconti e ora distribuita anche in inglese. Nel corso del 2017, BMW annuncia ulteriori novità per l’app iFoodies mentre a fine anno si svolgeranno le premiazioni per lo Speciale Roma. Con un unico chiaro leit-motiv: le persone e la passione che creano eccellenza e innovazione.

  • shares
  • +1
  • Mail