Car sharing: il Gruppo PSA punta sugli Stati Uniti

Car sharing | Gruppo PSA | TravelCar | Maif | Stati Uniti

lax_airport.jpg

Il Gruppo PSA punta sul car sharing anche negli Stati Uniti. Dopo l’investimento di 18 milioni di euro nel car sharing di Koolicar e il lancio del car sharing Peugeot tra privati in Francia, il colosso transalpino approda Oltreoceano per offrire vetture in locazione tra privati all’interno degli aeroporti di Los Angeles e San Francisco. Il progetto rientra nella strategia Push to Pass ed è stato realizzato insieme a TravelCar e MAIF.

Non si tratta di offrire vetture del Gruppo PSA in un car sharing tradizionale ma di ottimizzare l’utilizzo del parco auto già esistente. Il servizio offerto nei due scali aeroportuali della California, rispettivamente il secondo e il settimo più grandi degli USA, partirà il 1 parile 2017: i proprietari metteranno la loro auto a disposizione per il noleggio, e avranno diritto al parcheggio gratuito. Se la loro vettura sarà noleggiata, riceveranno un compenso in base alla durata della locazione. Chi cerca un’auto potrà dunque utilizzare un veicolo privato a prezzo ridotto, che il Gruppo PSA annuncia meno caro del 50% rispetto alla tariffa di un noleggio standard. Disponibile anche un’opzione per coloro che non vogliono affittare il proprio veicolo ma che intendono usufruire di un parcheggio a tariffa agevolata.

La pratica e il servizio di assicurazione saranno gestite da TravelCar, che punta sul movimento del consumo collaborativo e conta più di 200 agenzie e 300.000 utilizzatori in 10 Paesi. Per il lancio di questo servizio la società ha fatto un investimento di 15 milioni di euro con il sostegno del Gruppo PSA e del gruppo assicurativo MAIF. Il costruttore francese ha lanciato nelle scorse settimane il nuovo brand Free2Move offrendo un accesso centralizzato ai servizi di diversi operatori di car sharing.

  • shares
  • +1
  • Mail