Auto a guida autonoma Level 5: traguardo lontano?

Il livello 5 della guida autonoma non è così vicino come si pensava?

google-koala-guida-autonoma.jpg

Ne è passato di tempo da quando ad Austin nel 2015 una Google Koala portò a spasso un passeggero non vedente senza sterzo, freni e pedale per il gas. Se torniamo in dietro di circa un paio di anni, lo slancio per certi versi utopistico di molte case automobilistiche oggi non trova più lo stesso riscontro. Lo sottolinea Business Insider, che evidenzia come mentre diverse case abbiano fatto annunci importanti a medio termine, ce ne siano altre che frenano bruscamente.

Tesla, ad esempio, ha annunciato un’auto a guida totalmente autonoma entro il 2018, tanto è vero che sta attualmente installando nelle nuove vetture l’hardware necessario per raggiungere l’obiettivo. Ford, invece, prevede di raggiungere lo stesso obiettivo entro il 2021, mentre i cinesi di Baidu sono convinti di mettere in strada la prima navetta senza conducente entro il 2018 per poi arrivare ad una produzione di massa nel 2021. Insomma, sono in tanti che nel giro di 5 anni sono convinti si possa arrivare alla circolazione di tantissimi mezzi a guida autonoma per le strade di mezzo mondo.

auto guida autonoma

Toyota, però, frena bruscamente e approfittando del CES di Las Vegas, sottolinea come le case automobilistiche siano in realtà ancora più lontane dalla totale autonomia delle vetture rispetto al conducente. “Sarebbe un risultato fantastico, ma nessuno - case automobilistiche e aziende IT - è così vicino al raggiungimento di un’autonomia di Livello 5”, ha sottolineato Gill Pratt (CEO Toyota Research Institute) sempre a Business Insider. Nel 2015, la stessa azienda giapponese aveva previsto di arrivare alla realizzazione di una vettura semi-autonoma entro il 2020, ma ora ha rivisto i propri piani.

Pratt, però, non solo dichiara che Toyota non metterà in strada un’auto senza pilota entro I prossimi cinque anni, ma che non sarà in grado di farlo praticamente nessuno. Una versione sposata anche da Nissan, tramite Maarten Sierhuis, a capo della sezione ricerca e sviluppo, che a Wired ha parlato di progetto attuabile tra 5-10 anni. Anche Waymo, la compagni di Google, ha sostanzialmente ridotto gli sforzi verso la realizzazione di un’auto a guida totalmente autonoma, anche per questioni relative alle norme vigenti.

Uber guida autonoma

Insomma, non basta la tecnologia a bordo delle vetture, affinché le auto a guida autonoma non incontrino intoppi, è necessario che vi sia anche un passo in avanti da parte delle regolamentazioni. I governi saranno davvero pronti ad aggiornare i rispettivi codici della strada in “soli” cinque anni, qualora la tecnologia riuscisse a raggiungere questo grande obiettivo? Un po’ di prudenza, in questo caso, non guasta.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 11 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO