Toyota pronta a cedere l'ibrido ad altri costruttori

Per il marchio la strategia prevede la fornitura di una piattaforma meccanica completa e chiavi in mano

toyota-hybrid-engine.jpg

Toyota apre i lucchetti sull'ibrido. Non si tratta di un'iniziativa commerciale destinata ad avvicinare nuovi clienti, ma di una decisione a suo modo storica. Il marchio delle tre ellissi è pronto a condividere la propria tecnologia a doppia motorizzazione con altri costruttori automobilistici. Sarà così possibile progettare nuove vetture utilizzando l'intero powertrain messo a disposizione, in licenza, dalla casa giapponese. L'annuncio è di Toshiyuki Mizushima, Senior Managing Officer e responsabile della divisione Powertrain, che ha rotto gli indugi con Reuters : “Toyota produce molta tecnologia, finora a disposizione solo dei nostri clienti, ma noi vogliamo cambiare le cose e aprire una fase nuova, rendendo la nostra piattaforma ibrida disponibile anche a clienti non del nostro marchio”.

Dal 1997, anno del debutto della prima generazione della Toyota Prius, l'azienda giapponese non ha mai concesso una simile apertura, pur collaborando con altri costruttori come BMW e il gruppo PSA nello sviluppo di propulsori diesel di piccola cilindrata o di vetture di vario tipo. Più recenti gli accordi con Nissan e Mazda, ma nella prospettiva di un declino dei motori a gasolio, Toyota decide evidentemente per una strategia che prevede la fornitura di una piattaforma meccanica completa "chiavi in mano".

Sui tempi, aggiungiamo un dettaglio più specifico. la casa nipponica ha deciso un forte potenziamento della sua fabbrica polacca di Walbrzych. Qui dal 2018 partirà la produzione del nuovo ibrido transaxle, finora realizzato solo in Giappone, ma verrà anche spostato parte del dipartimento di ricerca e sviluppo, in modo da essere strategicamente più vicino alle sedi dei costruttori europei, potenziali clienti dell'ibrido ceduto in licenza.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO