Hyundai al Salone di Los Angeles 2016 Live

La casa coreana alla ribalta del Salone di Los Angeles 2016 con l'ibrida Ioniq, che debutta anche sotto forma di concept car a guida autonoma

Salone di Los Angeles 2016 – Lo stand Hyundai è il passaporto di un costruttore generalista con le ambizioni forti di chi vuole imporre il proprio marchio con una gamma più ampia possibile e, contemporaneamente, quelle di una azienda molto coinvolta nelle politiche green. Non a caso, la casa coreana ha annunciato qui l'intenzione di lanciare entro il 2020 ben 14 modelli ad alimentazione alternativa, tra cui figura anche un veicolo fuel cell.

Nel totale, naturalmente rientrano le tre versioni a progetto della nuova Ioniq, già proposta in edizione ibrida pura, ibrida plug-in ed elettrica, la prima delle quali che offre attualmente il maggior campo di usabilità. In abbinamento al motore tradizionale da 1,6 litri da 105 Cv c'è un secondo propulsore elettrico che consente una potenza complessiva di 141 Cv e una velocità massima pari a 185 km/h.

A sorpresa, Hyundai ha presentato poi a Los Angeles anche una versione elettrica di Ioniq a guida autonoma, un prototipo che ha destato interesse per l'adozione di un radar a laser di tipo LIDAR che consente alla vettura di riconoscere la posizione dei veicoli e degli ostacoli circostanti durante la marcia.

Sotto i riflettori i Suv Tucson e Santa Fè oltre alla media Elantra, auto molto diffusa negli States per un rapporto qualità prezzo molto concorrenziale, ma le ambizioni Hyundai puntano anche all'estremo opposto della gamma, con il debutto della G80 a marchio Genesis, il brand di lusso del gruppo , equipaggiata con motore V6 biturbo di 3,3 litri da 365 Cv di potenza e cambio automatica a otto marce con mappatura pensata per una risposta ancora più pronta nei passaggi di rapporto, così come sono state riviste in chiave prestazionali le sospensioni a controllo elettronico e l'impianto frenante.

  • shares
  • +1
  • Mail