Dieselgate Volkswagen: approvato accordo USA da 14,7 miliardi

Volkswagen e le autorità USA trovano un accordo sui motori 2.0 TDI

Volkswagen Logo VW

Dieselgate Volkswagen – La giustizia USA ha approvato definitivamente l’accordo tra Volkswagen e le autorità americane per il piano da 14,7 miliardi di dollari di risarcimento, in seguito al Dieselgate, lo scandalo sulle emissioni diesel. Questo patteggiamento riguarda le vetture Volkswagen ed Audi con motori 2.0 TDI vendute negli Stati Uniti, mentre la casa tedesca è attualmente ancora al lavoro per trovare un accordo anche con i possessori di vetture 3.0 TDI V6.

Il piano americano riguarda 475.000 vetture equipaggiate con la citata motorizzazione: Beetle (2013-2015), Golf (2010-2015), Jetta (2009-2015), Passat (2012-2015) e Audi A3 (2010-2013 e 2015). Nell’ambito di questi accordi per i 2.0 TDI, i proprietari avranno diritto ad un rimborso fino a 10.000 dollari e successivamente potranno scegliere tra il riacquisto o la cessazione anticipata del leasing e l’implementazione di un aggiornamento tecnico per il loro veicolo.

Sempre nell’ambito di questo piano, Volkswagen ha inoltre concordato il versamento di 2,7 miliardi di dollari in tre anni a un fondo fiduciario ambientale, gestito da un amministratore nominato dalla Corte, per compensare le emissioni di ossido di azoto (NOx) in eccedenza dei veicoli 2.0 TDI, e l’investimento di 2,0 miliardi di dollari in 10 anni in infrastrutture per veicoli a emissioni zero e in iniziative di sensibilizzazione. Si tratta del più grande patteggiamento della storia automobilistica USA.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO