Hundred to Go: la vision di BMW sbarca su FOX

Presentato a Roma il progetto tra la casa dell'Elica e FOXLab con protagonista la BMW Vision Next 100..ma non solo.


Immagina di svegliarti la mattina in un futuro perfetto. O meglio, tecnicamente perfetto, umanamente perfetto. Ma proprio per questo, privo di anima. Superficiale, permeato di quella lustre patina dorata. Ti svegli e non hai nemmeno la coscienza di avere sentimenti, passione, rabbia, dolore. Sei solo svuotato. Sei un umano perfetto si, ma di umano in te c'è ben poco. Un computer digitale a farti da amico e consigliere, cibo in pillole.

E poi quel doppione, "figlio" dello slogan che pressapoco suona come un "diventa fratello di te stesso", che si permea nella realtà come il più orwelliano degli slogan. Ed allora l'inconscio inizia a farsi vivo prepotentemente. Con un tuffo, un sogno, una scelta di libertà. Questa è la storia di X1 e della sua ribellione. Una storia che si rapporta con X2, il suo doppione, in un ponte simultaneo tra 2016 e 2116. In cento anni tutto è cambiato. non c'è l'amore, non c'è la famiglia ne gli affetti. Tutto è programmato. Ma non tutto è predefinito.

Si ma tutto questo cosa c'entra con il mondo dell'auto? Tutto questo è Hundred To Go, la serie televisiva realizzata da BMW e FOXLab per celebrare al meglio i cento anni della casa dell'Elica, e che mostra ancor di più come la comunicazione di un brand, di un marchio automotive, non passi più semplicemente attraverso i soliti canali, ma che possa spaziare e volgere verso nuovi orizzonti. Una mission quella di BMW che proprio si correla con quanto proposto da questa serie che andrà in onda su FOX a partire da Lunedi 24 ottobre per cinque settimane alle ore 20:55, ovvero ridare voce alla visione futura, alla fantasia. E non è un caso che come la i8 sia protagonista del 2016, all'interno di questa serie la Vision 100 ne è grande protagonista nel 2116.

Cinque gli episodi da 7 minuti con protagonisti Cesare Bocci (Il commissario Montalbano, Una grande famiglia, Benvenuto Presidente), Marianna Di Martino (Operazione U.N.C.L.E, Un Fantastico Via Vai, Come saltano i pesci) e Matteo Martari (Luisa Spagnoli, Non Uccidere).

Girata completamente in inglese e poi doppiata in italiano, in vista di un possibile utilizzo in altri Paesi, Hundred to go ha necessitato di circa 500 ore di post produzione per riprodurre graficamente la città del futuro; Fox ha selezionato 8 coppie di gemelli per girare le scene dei “doppi” come si è potuto vedere in questa visione in anteprima.

La bellezza del concetto risede comunque nell'illuminazione di una casa come BMW che torna a voler aprirsi ad altri mondi, come tentato anche da altri in passato (vedi il lancio della Audi A1) ma che lo fa in grande stile, non semplicemente appoggiandosi ad una produzione, servendo vetture da mettere in mostra. No, qui all'interno da parte della casa c'è una scelta, una volontà precisa di voler coniare un mondo in prospettiva, il mondo non che vorrebbero, ma che sono disposti a creare partendo dalle basi di oggi.

E' la visione della Casa che oggi celebra i cento anni, ma che al contempo si predilige di non fermarsi qui, quanto piuttosto di andare avanti, anche con i prototipi Vision Next 100, come la moto con telaio flessibile e capace di non cadere mai.

Ma, e probabilmente proprio questa è una delle chiavi del telefilm, senza il passato non si può costruire il futuro. Senza la coltivazione di una visione, di un futuro, la rivoluzione non può compiersi. Ecco, forse è proprio questa la Vision di BMW.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO