Ora il furto d'auto è tech, e bastano 15 secondi

Addio grimaldello, arriva il portatile.

Mercedes Serie E, buona parte della gamma Bmw e Range Rover, sono secondo Adnkronos i modelli più gettonati per l'ondata di furti hi-tech che sta investendo anche l'italia. Le nuove tecniche di furto basate sulla tecnologia sono tante, dalla clonazione del transponder di apertura delle porte, alla ripetizione del segnale della stessa chiave elettronica, passando per il superamento degli antifurti integrati o la sostituzione di componenti tech.

Secondo i dati del 2015, in Italia ogni giorno spariscono oltre 312 autoveicoli, 114.121 in un anno, con una media di 13 ogni ora, mentre i veicoli che le forze dell'ordine riescono a rintracciare sono il 45%. Le auto ritrovate in molti casi non presentano segni di scasso, le nuovo tecniche non lasciano segni e bastano 15 secondi per far sparire un'auto.

Hacker Auto

Per capire la portata del fenomeno dei furti tech, ad agosto la Keen Security Lab tramite un computer era riuscita a violare il sistema di protezione di una Tesla Model S, sbloccandola e riuscendo a far partire e manovrare la vettura, oltre a tutte le suo componenti. L'exploit è stato ripreso nel video che trovate qui sopra.

Nel giro di poche settimane la casa californiana ha reso disponibile un aggiornamento del software in grado di coprire le falle scoperte dall'azienda cinese, ma ci si chiede quanto possano impiegare altri hacker, magari non con intenzioni peggiori della Keen Security Lab, a scoprire nuove falle.

 

 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO