PSA: i dettagli delle future ibride ed elettriche

Uno sguardo sul futuro ibrido plug-in ed elettrico di Peugeot, Citroen e DS.

Il Gruppo PSA ha presentato nuovi dettagli su quelle che saranno le future piattaforme elettriche e ibride plug-in dei marchi Citroen, DS e Peugeot. Come base di partenza per le medie, dei segmenti C e D, verrà utilizzata la Efficien Modular Platform, la EMP2, sulla quale troveranno spazio a sistemi ibridi plug-in con possibili configurazioni a due o quattro ruote motrici. Per le compatte sarà invece utilizzata la piattaforma CMP, Common Module Platform, sviluppata insieme a Dongfeng e pensata per le piccole di segmento B ma anche C. Su questa base dovrebbero arrivare ben quattro nuove elettriche entro il 2021.

Proprio le elettriche avranno un'autonomia di 450 chilometri con PSA che ha intenzione di sviluppare un sistema di ricarica intelligente pensato per fornire 12 chilometri d'autonomia ogni minuto di ricarica. Per "fare il pieno" ed arrivare a 450 chilometri serviranno dunque meno di 40 minuti. La prima elettrica prevista monterà un motore da 115 cavalli con un pacco batterie da 50 kWh che sarà ricaricabile sia tramite le classiche prese, sia grazie ad un on board charger da 7 kW capace di fornire 100 chilometri di autonomia in 90 minuti.

Tra le novità più importanti vi saranno però le ibride plug-in con motori a benzina. Saranno introdotte nel triennio 2019-2021 e verranno declinate in diverse varianti carrozzeria. Il sistema a due ruote motrici potrà gestire fino a 250 cavalli di potenza massima mentre l'integrale arriverà a 300 cavalli. Quest'ultimo sarà utilizzato su un SUV PHEV che debutterà con un motore elettrico da 110 cavalli per l'asse posteriore abbinato ad un'unità termica sovralimentata con cambio automatico a otto rapporti per gestire l'asse anteriore. La batteria da 13 kWh permetterà un'autonomia elettrica fino a 60 chilometri e sarà ricaricabile in 2.5 ore tramite carica rapida oppure in 4 ore con un caricabatterie tradizionale.

  • shares
  • +1
  • Mail