Guidare in UK: i consigli e come si guida a sinistra in Inghilterra

Come si guida a sinistra in UK? Questo e altri consigli per chi deve passare le vacanze in Inghilterra e vuole usare l'auto per spostarsi.

Big Ben in London, United Kingdom

Se avete in programma un viaggio in Inghilterra e avete intenzione di guidare nel paese, ci sono alcune cose da sapere oltre al ben noto senso di marcia a sinistra. Si tratta di domande basilari ma fondamentali: quali sono i limiti di velocità da rispettare, quali rischi si corrono con le multe, cosa vogliono dire le segnaletiche su strada e sui cartelli, ma non solo.

Ecco alcuni consigli per guidare in sicurezza in Gran Bretagna godendosi la vacanza al riparo da multe e brutte sorprese.

Come guidare a sinistra

Immaginate di essere allo specchio: dovete guidare così. Tutto quello che dovevate fare a destra, va fatto a sinistra e viceversa.
Quindi ricordatevi questi consigli:

  • se dovete scegliere una auto in noleggio, preferite quelle con il cambio automatico perché potrebbe risultarvi difficile cambiare le marce con la mano sinistra. I pedali invece sono nello stesso ordine a cui siete abituati;

  • guidate nella corsia di sinistra, tenendo la linea di mezzeria alla vostra destra;

  • i sorpassi devono essere fatti necessariamente a destra;

  • quando entrate in una rotatoria, ricordatevi della specularità. Se in Italia si entra a destra e si procede in senso antiorario, nel Regno Unito si entra a sinistra e si procede in senso orario;

  • quando mettete la retromarcia, ricordatevi di girarvi a guardare verso dietro dalla sinistra;

  • giusto per aggiungere un po' di brivido all'esperienza, anche i comandi delle frecce sono invertiti, fate quindi attenzione ad aver effettivamente inserito la freccia di direzione piuttosto che aver azionato i tergicristalli, e viceversa;

  • fate attenzione ai segnali che precedono gli incroci, perché non esiste una regola di precedenza fissa, ma viene indicata di volta in volta.

Cercate di fare un po' di pratica in strade isolate prima di immettervi in strade ad elevato traffico: spostarvi nella corsia di destra, e quindi guidare contromano, potrebbe venirvi naturale e quindi correre un rischio molto alto.

Guidare la propria auto italiana o noleggiare l'auto?

Se il soggiorno in Gran Bretagna prevede spostamenti in auto e siete indecisi se portare la vostra auto o noleggiarne una sul posto, tenete conto di alcuni accorgimenti: ricordatevi però che la differenza più importante da valutare è se guidare la vostra vettura con guida a destra, con il rischio di potervi indurre in errore per l'abitudine e viaggiare contromano, o condurre una vettura con guida a sinistra, sicuramente più difficoltoso ad un primo approccio, ma forse meno rischioso di ricadere nell'abitudine.

Guidare con la propria auto in Inghilterra
Per guidare senza problemi con la propria auto in Inghilterra bisogna avere alcuni documenti a portata di mano ed essere in regola con l'assicurazione.

I documenti da avere sono:

  • Passaporto o carta d'identità;

  • Patente di guida valida per la circolazione nel Regno Unito;

  • Documenti dell'automobile;

  • Modulo di constatazione amichevole per incidente;

  • Certificato di assicurazione RC auto.

Non è obbligatoria la carta verde, ovvero la carta internazionale di assicurazione dei veicoli a motore, ma è consigliabile averla a portata di mano perché contiene tutti i dati utili in caso di incidente all'estero. Questo documento viene rilasciato dalla propria compagnia assicurativa.

Per quanto riguarda l'assicurazione, bisogna controllare che la propria polizza preveda la copertura assicurativa verso danni procurati a terzi: se guiderete senza questa copertura si rischia una multa di circa 400€ e il decurtamento di 6 punti dalla patente.

Un consiglio da seguire è di attivare anche le opzioni per la copertura anche in caso di incidente o guasto, oppure contattare la propria compagnia assicurativa per valutare i costi e le condizioni di una assicurazione di viaggio internazionale aggiuntiva: se sceglierete questa ultima opzione, ricordatevi di tenere in auto il certificato che attesta l'attivazione di questa copertura.

Noleggiare un'auto nel Regno Unito
Se la vostra scelta si è indirizzata verso il noleggio dell'auto, ecco a cosa stare attenti:

  • costi aggiuntivi, esaminate tutta la documentazione per verificare se sono previsti dei costi non evidenti, leggete bene tutto e chiedete alla compagnia di noleggio di spiegarvi tutti i dettagli e i costi;

  • usate il vostro navigatore, perché il costo del noleggio di questo strumento potrebbe incidere notevolmente;

  • esaminate bene la polizza carburante, perché ogni compagnia ha prezzi e condizioni differenti. Valutate cosa è più conveniente per le vostre esigenze e quali sono i costi extra in cui potreste incorrere per il carburante;

  • non tutte le compagnie hanno gli stessi prezzi, quindi vagliate le offerte.

I limiti di velocità e le multe

Una cosa che dovrete studiare attentamente prima di mettervi alla guida sono le miglie e i limiti: questo perché in Gran Bretagna i limiti di velocità vengono calcolati secondo il sistema imperiale britannico e non secondo il sistema metrico decimale, inoltre i limiti di velocità vengono dati per scontati e troverete dei cartelli solo quando differiscono dallo standard.

Nel caso in cui siate alla guida di una macchina che segna i chilometri, ricordatevi che:

  • 1 miglio = 1,61 chilometri;

  • 1 yarda = 0,91 metri.

Fate attenzione a non confondere le miglia con i chilometri perché la polizia potrebbe fermarvi se state guidando troppo piano e rischiare una multa, oltre a suscitare fastidio e intralciare il traffico agli altri guidatori.

Ecco un riassunto dei limiti di velocità:

Limiti di velocità per Auto e camper o autocaravan sotto le 3,05t

  • strade urbane: 30mph (48km/h)

  • strade a corsia unica: 60mph (96km/h)

  • strade a doppia corsia e autostrade: 70mph (112km/h)

  • strade vicino scuole o con molti pedoni: 20mph (32km/h)

  • strade a corsia singola e tornanti: 50mph (80km/h)

Limiti di velocità per auto con roulotte o rimorchi e camper o autocaravan oltre le 3,05t

  • strade urbane: 30mph (48kmph)

  • strade a corsia unica: 50mph (80kmph)

  • strade a doppia corsia e autostrade: 60mph (96kmph)

  • strade scuole o con molti pedoni: 20mph (32kmph)

  • strade a corsia singola e tornanti: 50mph (80kmph)

Ecco le sanzioni che rischiate se venite fermati per eccesso di velocità, in base alla gravità:

  • un richiamo verbale;

  • l'obbligo a frequentare un corso, a vostre spese, sui rischi per la sicurezza stradale;

  • una multa di 100£;

  • un processo giudiziario con multa fino a 1000£, o 2500 £ se in autostrada, e interdizione alla guida in UK.

Altre cose a cui fare attenzione per non incorrere in sanzioni:

  • non si può il clacson nelle zone residenziali dalle 23:30 alle 07:00;

  • non si può assolutamente usare il telefono mentre si guida, ma solo ed esclusivamente se l'auto è ben parcheggiata;

  • il tasso alcolemico deve essere sotto i 0,8 g/l in Inghilterra, Galles e Nord Irlanda e di 0,5 g/l in Scozia. Il rischio è una multa di 5175£ e l’interdizione alla guida;

  • la cintura di sicurezza deve essere sempre indossata, altrimenti la multa può arrivare a 440£;

  • attenzione a dove si può parcheggiare, perché le multe per divieto di sosta o parcheggio hanno un minimo di 60£.

Come si parcheggia nel Regno Unito

Per evitare di prendere multe salatissime, ecco un riepilogo delle indicazioni stradali per la sosta e la fermata.

  • Linea continua gialla singola: la fermata è consentita senza restrizioni, ma la sosta è consentita solo negli orari e giorni indicati dalla segnaletica;

  • Linea continua gialla doppia: la fermata non è consentita, a meno che non ci siano indicazioni particolari in segnaletica, mentre la sosta non è mai consentita;

  • Linea continua rossa singola: la fermata è consentita negli orari e giorni indicati in segnaletica, così come pure la sosta;

  • Linea continua rossa doppia: né la fermata né la sosta sono mai consentiti;

  • Linea bianca tratteggiata di delimitazione: la fermata è consentita senza restrizioni, ma la sosta è a pagamento in determinati orari e giorni e gratuita nel resto del tempo.

La segnaletica stradale e i cartelli

La segnaletica stradale è in gran parte uguale a quella italiana, ma in alcuni casi bisogna fare attenzione a sostanziali differenze per capire alcuni cartelli che in Italia sono assenti o presenti con una forma diversa. Ecco alcuni esempi.

Il pedaggio da pagare per guidare a Londra

Nel caso in cui dobbiate recarvi a Londra, sappiate che ci sono due pedaggi che potreste trovarvi a pagare, ovvero:


  • London Congestion Charge: dal lunedì al venerdì, tra le 7 e le 18, occorre pagare 11,50£ al giorno per l'ingresso a Londra, e il pagamento avviene online attraverso la registrazione della targa. Un sistema di telecamere verifica le auto che circolano e la multa per chi non paga la tassa è di 50 £;

  • Dartford Crossing: da pagare nel caso in cui vi troviate a Londra est. Anche in quseto caso si paga online e il costo è di 2,50£.

Via | VisitBritain

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 24 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: