Dieselgate Volkswagen: in USA soluzioni entro il 21 aprile

Un giudice americano da un nuovo ultimatum a Volkswagen: partirà un processo se non si troveranno soluzioni rapide al Dieselgate.

test-emissioni.jpg

In America Volkswagen ha ricevuto un ultimatum per trovare degli accordi di risoluzione per lo scandalo emissioni. Charles Breyer, un giudice federale della California, ha fissato come deadline il 21 aprile 2016. Se entro questa data il Gruppo Volkswagen non troverà una soluzione definitiva per i 600 mila veicoli coinvolti nel Dieselgate potrebbe partire un processo entro l'estate. Il termine ultimo è stato così posticipato di quasi un mese rispetto alla precedente data del 24 marzo.

Tra le soluzioni possibili Volkswagen potrebbe modificare con modalità simili a quelle europee i circa 580 mila veicoli ancora non aggiornati per rientrare nei limiti di emissione. Come riportato da Reuters, lo stesso giudice ha affermato che una delle possibili soluzioni potrebbe vedere Volkswagen riacquistare dagli attuali proprietari le auto a gasolio coinvolte: una manovra che però potrebbe rivelarsi estremamente onerosa.

Il giudice ha ritenuto che i sei mesi passati dallo scoppio dello scandalo emissioni siano stati un tempo sufficiente per permettere a Volkswagen di sviluppare una soluzione per riportare la auto in regola con gli standard di emissione. Volkswagen si è dichiarata pronta a fornire delle soluzioni rapide, pur non avendo ancora dichiarato come agirà.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO