Uber: i tassisti proclamano uno sciopero il 18 marzo

Annunciata anche una manifestazione a Roma, il traffico sarà a rischio paralisi nella Capitale

Una manifestazione contro Uber

Uber - La guerra tra i tassisti e Uber prosegue senza sosta. Il prossimo 18 marzo, infatti, è stato proclamato uno sciopero generale da parte dei sindacati nazionali della categoria “contro la deregolamentazione del settore, che favorirebbe oligopoli e multinazionali a discapito del servizio pubblico. Diciamo no agli emendamenti alla legge 21/92, in discussione in commissione al Senato”.

Oltre allo stop generale, è prevista anche una manifestazione a Roma, dove è prevista la presenza di oltre 10.000 autisti da tutta Italia, per protestare contro il servizio della società americana. Questo corteo partirà dal Circo Massimo e raggiungerà Piazza Venezia, passando dal Colosseo e dai Fori Imperiali. Il rischio di paralizzare il traffico della Capitale per quella giornata è elevatissimo.

Non sarebbe la prima volta, visto che sono tantissime le manifestazioni in giro per il mondo che hanno effettuato i tassisti nei confronti di Uber. Le ultime a Londra e Parigi, con quest’ultima che ha portato anche a scontri, arresti e feriti, dopo il blocco agli accessi agli aeroporti di Charles De Gaulle ed Orly, scatenando una vera e propria guerriglia urbana.


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 43 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO